Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 6249 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Mercoledì, 12 Dicembre 2018

Trattamento dell’enteropatia cronica nel cane e nel gatto

  • Una revisione della letteratura ha analizzato gli studi pubblicati, supportando l’impiego delle diete e dei glucocorticoidi in entrambe le specie, e dell’enrofloxacina nei cani con colite granulomatosa
gigioQuale sia il trattamento medico ottimale per l'enteropatia cronica (EC) nei cani e nei gatti è, ancora oggi, controverso. Il trattamento sequenziale con dieta, antibiotici e farmaci immunosoppressori è la strategia attualmente più comunemente utilizzata dai medici. L’obiettivo di questo studio retrospettivo era quello di effettuare una revisione della letteratura finalizzata ad analizzare l'efficacia della dieta, dei farmaci e degli interventi alternativi nell’indurre la remissione clinica i...

Mercoledì, 12 Dicembre 2018

Mastocitosi cutanea nel cane: efficacia del lokivetmab

  • L’anticorpo monoclonale che neutralizza l’interleuchina 31 canina si è dimostrato efficace nel trattamento del prurito in un cane con mastocitosi cutanea
MCLa mastocitosi cutanea (MC) è una malattia rara del cane caratterizzata da eruzioni cutanee, prurito e proliferazione dei mastociti della cute. Gli antistaminici H1 per via orale sono raccomandati come trattamento per il controllo del prurito. L’obiettivo di questo studio era quello di descrivere l’efficacia del lokivetmab per il trattamento del prurito associato alla MC in un cane. Un meticcio femmina sterilizzata di 4 anni presentava macule e papule da eritematose a pigmentate, gravemente prurigi...

Mercoledì, 12 Dicembre 2018

Dermatite atopica nel cavallo

  • I test allergologici intradermici possono essere d’ausilio nella formulazione dell’immunoterapia allergene-specifica
ADHIl prurito allergico e l'orticaria nel cavallo costituiscono una sfida per veterinari e proprietari; poco si sa riguardo la loro gestione a lungo termine. L’obiettivo di questo studio era quello di riportare i risultati dei test allergologici intradermici (IDT, intradermal allergen test) e di indagare la percezione dei proprietari relativamente alle malattie della cute e l’efficacia delle cure mediche nel tempo. Lo studio ha incluso 82 cavalli con dermatite atopica i cui risultati dei IDT sono sta...

Lunedì, 10 Dicembre 2018

Relazione tra condizione corporea e sopravvivenza e durata della vita nel gatto

  • Lo studio fornisce informazioni su quale potrebbe essere il BCS desiderabile per ottenere una maggiore longevità
cat scale over white background 30284567L'obiettivo dello studio era quello di indagare la relazione tra il body condition score (BCS) e il tempo di sopravvivenza e la durata della vita nei gatti. Per i gatti che erano stati visitati più volte, il valore più alto di BCS è stato utilizzato come variabile di esposizione principale. Lo studio ha incluso un totale di 2.609 gatti. La mediana del massimo punteggio di BCS era 6. Rispetto ai gatti con un BCS massimo d...

Lunedì, 10 Dicembre 2018

Doxorubicina e prednisone nel linfoma a cellule B canino

  • Potenziale alternativa al protocollo CHOP nelle situazioni in cui i tempi e i costi sono fattori vincolanti per il proprietario
vete0511 boxer close sb10065668p 220pxIl trattamento più efficace nei confronti del linfoma a cellule B ad alto grado è il protocollo chemioterapico CHOP, la cui molecola più importante è rappresentata dalla doxorubicina (DOX). Tuttavia, per molti proprietari, le spese di denaro e di tempo sono troppo impegnative da sostenere. Un'opzione terapeutica alternativa è l'uso della DOX in combinazione al prednisone. Studi precedenti hanno valutato la DOX come singolo farmac...

Lunedì, 10 Dicembre 2018

Prevalenza di Coxiella burnetii in allevamenti di capre da latte endemici

  • Calo delle rese di latte del 17%; si consiglia l’identificazione precoce e l’eliminazione dei soggetti positivi
goat 506003 1280 2 642x336Questo studio analizza la prevalenza dell'infezione da C. burnetii in capre da latte in un allevamento endemico. Il primo obiettivo era quello di determinare la prevalenza dello "spargimento" di C. burnetii al momento del parto e quantificare la concentrazione di equivalenti genomici (EG) presenti in ciascun campione positivo. Il secondo obiettivo era quello di determinare la percentuale di soggetti positivi che si comportavano da “spargitori” persistent...

Pagina 1 di 1037

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.