Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 6454 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Venerdì, 15 Settembre 2006

Corpi estranei gastrointestinali: radiologia o ecografia?

  • La sola ecografia costituiva una scelta appropriata in uno studio nel cane e nel gatto
Vota questo articolo
(0 Voti)
Corpi estranei gastrointestinali: radiologia o ecografia?Uno studio ha confrontato radiologia ed ecografia per la diagnosi dei corpi estranei (CE) gastroenterici nel cane e nel gatto. L’esame radiografico diretto ed ecografico dell’addome veniva effettuato in 16 soggetti (11 cani e 5 gatti) con segni clinici di ostruzione causata da un CE gastrointestinale.

La maggior parte dei CE (14/16) erano confermati durante la rimozione chirurgica ed erano localizzati nell’intestino tenue. Un CE gastrico veniva rimosso per via endoscopica e un CE del colon era eliminato con le feci.

In 9 soggetti i CE erano evidenti all’esame radiografico. In 7 soggetti era presente una sovradistensione dell’intestino tenue. L’esame ecografico consentiva di evidenziare i CE in tutti soggetti (16) grazie all’ombra acustica distale prodotta. Una perforazione intestinale veniva identificata ecograficamente ma non radiograficamente.

Gli autori concludono che, in base ai loro risultati, per la diagnosi di CE gastroenterico nel cane e nel gatto può essere utilizzata la sola ecografia, che può costituire una scelta diagnostica più appropriata rispetto alla radiografia diretta.



"Survey of the use of radiography vs. ultrasonography in the investigation of gastrointestinal foreign bodies in small animals" Dayle Tyrrell, Cathy Beck. Vet Radiol Ultrasound. 2006 Jul-Aug; 47(4): 404-8



Maria Grazia Monzeglio Med Vet PhD
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Corpi estranei gastrointestinali: radiologia o ecografia?Uno studio ha confrontato radiologia ed ecografia per la diagnosi dei corpi estranei (CE) gastroenterici nel cane e nel gatto. L’esame radiografico diretto ed ecografico dell’addome veniva effettuato in 16 soggetti (11 cani e 5 gatti) con segni clinici di ostruzione causata da un CE gastrointestinale.

La maggior parte dei CE (14/16) erano confermati durante la rimozione chirurgica ed erano localizzati nell’intestino tenue. Un CE gastrico veniva rimosso per via endoscopica e un CE del colon era eliminato con le feci.

In 9 soggetti i CE erano evidenti all’esame radiografico. In 7 soggetti era presente una sovradistensione dell’intestino tenue. L’esame ecografico consentiva di evidenziare i CE in tutti soggetti (16) grazie all’ombra acustica distale prodotta. Una perforazione intestinale veniva identificata ecograficamente ma non radiograficamente.

Gli autori concludono che, in base ai loro risultati, per la diagnosi di CE gastroenterico nel cane e nel gatto può essere utilizzata la sola ecografia, che può costituire una scelta diagnostica più appropriata rispetto alla radiografia diretta.



"Survey of the use of radiography vs. ultrasonography in the investigation of gastrointestinal foreign bodies in small animals" Dayle Tyrrell, Cathy Beck. Vet Radiol Ultrasound. 2006 Jul-Aug; 47(4): 404-8



Maria Grazia Monzeglio Med Vet PhD
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Letto 719 volte

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.