Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 6457 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Venerdì, 09 Giugno 2006

Radiografia della pelvi nel cavallo in stazione

  • La proiezione laterale obliqua consente un'efficace visualizzazione della regione nel soggetto non sedato
Vota questo articolo
(0 Voti)
Radiografia della pelvi nel cavallo in stazioneUna tecnica alternativa per la radiografia della pelvi nel cavallo in stazione è stata proposta al fine di evitare i rischi associati all’anestesia generale della tecnica in decubito.

Lo studio ha valutato l’esame radiografico in proiezione laterale obliqua del soggetto in stazione per indagare le lesioni della pelvi. E’stata effettuata una valutazione retrospettiva dei radiogrammi effettuati con la tecnica proposta in 18 casi clinici. La tecnica permetteva di visualizzare efficacemente il corpo dell'ileo caudale, il grande trocantere, la testa del femore, l’acetabolo e l’articolazione coxofemorale del lato sottoposto a indagine.

Nei 18 casi analizzati si diagnosticavano 3 fratture del corpo dell’ileo, una frattura acetabolare, 2 lussazioni coxofemorali e 3 casi di formazione di osso neoformato circostante l’articolazione coxofemorale e/o l’estremità prossimale del femore.

Gli autori concludono che la proiezione radiografica laterale obliqua può essere utilizzata
nel cavallo in stazione per indagare condizioni che interessano l’ileo caudale, l’articolazione coxofemorale e la porzione prossimale del femore. E’ una tecnica semplice, non invasiva e utile per la valutazione dei cavalli con sospetta lesione pelvica. Tuttavia, potrebbero non essere identificabili tutte le lesioni pelviche e un aspetto radiografico normale non esclude lesioni o fratture in altre regioni pelviche.




"A technique for pelvic radiography in the standing horse" Barrett EL, Talbot AM, Driver AJ, Barr FJ, Barr AR. Equine Vet J. 2006 May; 38(3): 266-70


Articolo in extenso disponibile in formato pdf (vedi sotto).




Maria Grazia Monzeglio Med Vet PhD
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.



Radiografia della pelvi nel cavallo in stazioneUna tecnica alternativa per la radiografia della pelvi nel cavallo in stazione è stata proposta al fine di evitare i rischi associati all’anestesia generale della tecnica in decubito.

Lo studio ha valutato l’esame radiografico in proiezione laterale obliqua del soggetto in stazione per indagare le lesioni della pelvi. E’stata effettuata una valutazione retrospettiva dei radiogrammi effettuati con la tecnica proposta in 18 casi clinici. La tecnica permetteva di visualizzare efficacemente il corpo dell'ileo caudale, il grande trocantere, la testa del femore, l’acetabolo e l’articolazione coxofemorale del lato sottoposto a indagine.

Nei 18 casi analizzati si diagnosticavano 3 fratture del corpo dell’ileo, una frattura acetabolare, 2 lussazioni coxofemorali e 3 casi di formazione di osso neoformato circostante l’articolazione coxofemorale e/o l’estremità prossimale del femore.

Gli autori concludono che la proiezione radiografica laterale obliqua può essere utilizzata
nel cavallo in stazione per indagare condizioni che interessano l’ileo caudale, l’articolazione coxofemorale e la porzione prossimale del femore. E’ una tecnica semplice, non invasiva e utile per la valutazione dei cavalli con sospetta lesione pelvica. Tuttavia, potrebbero non essere identificabili tutte le lesioni pelviche e un aspetto radiografico normale non esclude lesioni o fratture in altre regioni pelviche.




"A technique for pelvic radiography in the standing horse" Barrett EL, Talbot AM, Driver AJ, Barr FJ, Barr AR. Equine Vet J. 2006 May; 38(3): 266-70


Articolo in extenso disponibile in formato pdf (vedi sotto).




Maria Grazia Monzeglio Med Vet PhD
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.



Letto 483 volte

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.