Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 6457 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Venerdì, 18 Aprile 2003

Sostanze chimiche e disturbi neurologici

  • Nel topo, l'inibizione di un gene indotta dagli organofosfati provoca disturbi di comportamento simili a quelli di alcune patologie dell'uomo.
Vota questo articolo
(0 Voti)
Sostanze chimiche e disturbi neurologiciUn articolo comparso su una rivista di genetica umana apre nuove strade alla ricerca eziopatogenetica neurologica, creando per la prima volta un collegamento tra esposizione a sostanze chimiche e disturbi neurologici.
Ricercatori del Salk Institute for Biological Studies di La Jolla, in California, hanno identificato un gene che potrebbe collegare certi pesticidi e prodotti chimici a un grande numero di disturbi neurologici dell'uomo, compresa la misteriosa Sindrome della Guerra del Golfo e il Disordine da deficit di attenzione/iperattività (ADHD).

La scoperta, pubblicata sul numero del 17 marzo della versione online della rivista Nature Genetics, è la prima a mostrare un chiaro collegamento genetico fra disturbi neurologici ed esposizione a organofosfati. Gli organofosfati comprendono sia pesticidi domestici sia gas nervini letali, come il sarin.

I ricercatori hanno scoperto che, nei topi, l'esposizione agli organofosfati inibisce l'attività di un gene chiamato NTE. Questa inibizione può uccidere i topi prima ancora della nascita, oppure portare a una serie di comportamenti molto simili all'ADHD. Alcuni dei problemi neurologici assomigliano inoltre a molti dei sintomi della sindrome del Golfo, il disturbo di origine sconosciuta che ha colpito numerosi reduci del conflitto contro l'Iraq del 1991.
Sostanze chimiche e disturbi neurologiciUn articolo comparso su una rivista di genetica umana apre nuove strade alla ricerca eziopatogenetica neurologica, creando per la prima volta un collegamento tra esposizione a sostanze chimiche e disturbi neurologici.
Ricercatori del Salk Institute for Biological Studies di La Jolla, in California, hanno identificato un gene che potrebbe collegare certi pesticidi e prodotti chimici a un grande numero di disturbi neurologici dell'uomo, compresa la misteriosa Sindrome della Guerra del Golfo e il Disordine da deficit di attenzione/iperattività (ADHD).

La scoperta, pubblicata sul numero del 17 marzo della versione online della rivista Nature Genetics, è la prima a mostrare un chiaro collegamento genetico fra disturbi neurologici ed esposizione a organofosfati. Gli organofosfati comprendono sia pesticidi domestici sia gas nervini letali, come il sarin.

I ricercatori hanno scoperto che, nei topi, l'esposizione agli organofosfati inibisce l'attività di un gene chiamato NTE. Questa inibizione può uccidere i topi prima ancora della nascita, oppure portare a una serie di comportamenti molto simili all'ADHD. Alcuni dei problemi neurologici assomigliano inoltre a molti dei sintomi della sindrome del Golfo, il disturbo di origine sconosciuta che ha colpito numerosi reduci del conflitto contro l'Iraq del 1991.

Letto 584 volte

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.