Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 6457 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Mercoledì, 05 Dicembre 2012

Trapianto intramidollare di cellule olfattive per le lesioni spinali del cane

  • Miglioramento significativo della coordinazione antero-posteriore in uno studio clinico
Vota questo articolo
(0 Voti)
Trapianto intramidollare di cellule olfattive per le lesioni spinali del caneUno studio pubblicato su Brain ha inteso determinare se un intervento che si è dimostrato efficace in laboratorio per il miglioramento delle lesioni spinali sperimentali fornisse benefici sufficienti per una valutazione in campo clinico. Il trapianto intramidollare di cellule gliali olfattive (OEC, olfactory ensheathing cells) migliora la funzione locomotoria dopo danno midollare in studi sperimentali effettuati nei roditori. Tuttavia, il midollo spinale degli animali da laboratorio non può costituire un modello accurato dell’eterogeneità intrinseca di una coorte di pazienti clinici e inoltre non tutti gli aspetti della funzionalità del midollo spinale di questi animali sono oggettivamente valutabili.

Nello studio è stato determinato l’effetto del trapianto intramidollare di cellule derivate da colture di mucosa olfattiva (contenenti in media il 50% circa di cellule olfattive ensheating) in una popolazione di cani di proprietà con lesioni spontanee del midollo spinale, rappresentanti un modello accurato di molti degli ostacoli presenti nella transizione dal laboratorio alla clinica.

I cani (n = 34) con gravi lesioni midollari toracolombari croniche (equivalenti ai pazienti umani ASIA grado A circa 12 mesi dopo il trauma) venivano arruolati in uno studio clinico randomizzato in doppio cieco in cui venivano assegnati a ricevere il trapianto intramidollare di cellule autologhe derivate da colture di mucosa olfattiva oppure l’iniezione del solo mezzo di trasporto cellulare.

I soggetti che ricevevano il trapianto di cellule olfattive acquisivano una coordinazione antero-posteriore significativamente migliore rispetto a quelli di controllo. Non vi erano differenze significative nei risultati dei gruppi trattati relativamente alla misurazione della funzionalità dei tratti ascendenti e discendenti del midollo spinale.

Gli autori concludono che il trapianto intramidollare di cellule della mucosa olfattiva migliora la comunicazione nella regione danneggiata del midollo spinale, anche in soggetti con lesioni croniche. Tuttavia, non si riscontravano evidenze di un concomitante miglioramento della funzionalità dei tratti ascendenti e discendenti spinali.


“Autologous olfactory mucosal cell transplants in clinical spinal cord injury: a randomized double-blinded trial in a canine translational model” Nicolas Granger1, Helen Blamires, Robin J. M. Franklin and Nick D. Jeffery. Brain (2012) 135 (11): 3227-3237.





Maria Grazia Monzeglio Med Vet PhD
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Trapianto intramidollare di cellule olfattive per le lesioni spinali del caneUno studio pubblicato su Brain ha inteso determinare se un intervento che si è dimostrato efficace in laboratorio per il miglioramento delle lesioni spinali sperimentali fornisse benefici sufficienti per una valutazione in campo clinico. Il trapianto intramidollare di cellule gliali olfattive (OEC, olfactory ensheathing cells) migliora la funzione locomotoria dopo danno midollare in studi sperimentali effettuati nei roditori. Tuttavia, il midollo spinale degli animali da laboratorio non può costituire un modello accurato dell’eterogeneità intrinseca di una coorte di pazienti clinici e inoltre non tutti gli aspetti della funzionalità del midollo spinale di questi animali sono oggettivamente valutabili.

Nello studio è stato determinato l’effetto del trapianto intramidollare di cellule derivate da colture di mucosa olfattiva (contenenti in media il 50% circa di cellule olfattive ensheating) in una popolazione di cani di proprietà con lesioni spontanee del midollo spinale, rappresentanti un modello accurato di molti degli ostacoli presenti nella transizione dal laboratorio alla clinica.

I cani (n = 34) con gravi lesioni midollari toracolombari croniche (equivalenti ai pazienti umani ASIA grado A circa 12 mesi dopo il trauma) venivano arruolati in uno studio clinico randomizzato in doppio cieco in cui venivano assegnati a ricevere il trapianto intramidollare di cellule autologhe derivate da colture di mucosa olfattiva oppure l’iniezione del solo mezzo di trasporto cellulare.

I soggetti che ricevevano il trapianto di cellule olfattive acquisivano una coordinazione antero-posteriore significativamente migliore rispetto a quelli di controllo. Non vi erano differenze significative nei risultati dei gruppi trattati relativamente alla misurazione della funzionalità dei tratti ascendenti e discendenti del midollo spinale.

Gli autori concludono che il trapianto intramidollare di cellule della mucosa olfattiva migliora la comunicazione nella regione danneggiata del midollo spinale, anche in soggetti con lesioni croniche. Tuttavia, non si riscontravano evidenze di un concomitante miglioramento della funzionalità dei tratti ascendenti e discendenti spinali.


“Autologous olfactory mucosal cell transplants in clinical spinal cord injury: a randomized double-blinded trial in a canine translational model” Nicolas Granger1, Helen Blamires, Robin J. M. Franklin and Nick D. Jeffery. Brain (2012) 135 (11): 3227-3237.





Maria Grazia Monzeglio Med Vet PhD
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Letto 575 volte

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.