Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 6270 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Venerdì, 11 Novembre 2016

Effetti dell’assistenza precoce al parto sistematica nella bovina da latte

  • Non osservati effetti negativi su natimortalità, vigore e trasferimento dell’immunità passiva, in uno studio
Vota questo articolo
(0 Voti)

CalfIl periodo perinatale è un momento critico per le bovine da latte. La coretta gestione del parto ha un’importanza critica per ridurre le perdite periparto ed assicurare la salute della prole. Generalmente, si raccomanda di lasciar partorire le bovine senza assistenza, quando possibile, tuttavia sono stati pubblicati pochi studi che supportino o rifiutino questa linea guida generale. Per valutare l’effetto dell’assistenza precoce al parto, uno studio clinico ha coinvolto 257 bovine Holstein che venivano tenute sotto osservazione durante il secondo stadio del parto e venivano assegnate a caso a uno di due gruppi di intervento al parto: non assistito (NA) o assistenza precoce (EA) durante il secondo stadio del parto.

L’assistenza precoce veniva attuata 15 minuti dopo la prima comparsa di entrambi gli zoccoli anteriori del vitello ed effettuata in genere solo utilizzando la forza umana. Dopo il parto, gli animali venivano classificati in 4 gruppi di reale intervento al parto: troppo rapido per essere assistito (TQ), NA, EA e assistenza tardiva (LA; per le bovine del gruppo NA che non partorivano senza assistenza entro il periodo di tempo massimo consentito di 1 ora).

L’assistenza precoce alle bovine durante il parto come pratica abituale non influenzava negativamente il rischio di natimortalità del vitello, il vigore alla nascita o il trasferimento dell’immunità passiva. I vitelli del gruppo di intervento LA avevano un rischio significativamente maggiore di natimortalità rispetto ai vitelli dei gruppi NA ed EA. I vitelli del gruppo LA inoltre mostravano un vigore significativamente minore alla nascita rispetto ai vitelli dei gruppi TQ, NA o EA.

L’assistenza precoce al parto delle bovine che non presentavano segni di difficoltà di parto non influenzava negativamente la probabilità di natimortalità del vitello, il vigore alla nascita o il trasferimento dell’immunità passiva, concludono gli autori.

 

“Systematic early obstetrical assistance at calving: I. Effects on dairy calf stillbirth, vigor, and passive immunity transfer.”Villettaz Robichaud M, Pearl DL, Godden SM, LeBlanc SJ, Haley DB. J Dairy Sci. 2016 Nov 2. [Epub ahead of print]

Scritto da
Maria Grazia Monzeglio Med Vet PhD Med Vet PhDstudent

Letto 1175 volte Ultima modifica il Venerdì, 11 Novembre 2016 11:23

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.