Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 6611 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Mercoledì, 19 Aprile 2017

Radioterapia del carcinoma squamoso del becco di un pappagallo

  • Chirurgia citoriduttiva e megavoltaggio palliativo in un soggetto con neoplasia della rinoteca
Vota questo articolo
(0 Voti)

beakIl carcinoma squamocellulare è stato descritto in una varietà di specie aviarie, soprattutto psittacidi e gallinacei. La prognosi a lungo termine negli uccelli non gallinacei è generalmente sfavorevole, se non è possibile effettuare l’exeresi chirurgica. In un pappagallo cenerino (Psittacus timneh) di 34 anni con anamnesi di anomalie del becco da due anni si diagnosticava un carcinoma squamocellulare della rinoteca.

Non si evidenziavano metastasi o invasione locale all’esame radiografico e tomografico. L’animale veniva trattato mediante citoriduzione chirurgica e radioterapia a megavoltaggio palliativa. Dopo quattro trattamenti di radioterapia, il tessuto affetto era necrotico e veniva curettato per evidenziare il tessuto di graulazione sano.

L’uccello moriva 7 mesi circa dopo la diagnosi e 4 mesi dopo la cessazione della radioterapia. Al momento della morte, residuava una piccola lesione crostosa alla commissura orale sinistra e non era evidente una ricrescita tumorale. Tuttavia non si effettuava l’esame autopico e la recidiva del tumore non poteva essere esclusa.

“External Beam Radiation Therapy of Squamous Cell Carcinoma in the Beak of an African Grey Parrot (Psittacus timneh).” Swisher SD, Phillips KL, Tobias JR, Cullen JM, Gieger TL, Grunkemeyer VL. J Avian Med Surg. 2016 Sep; 30 (3): 250-256.

Scritto da
Maria Grazia Monzeglio Med Vet PhD

Letto 754 volte Ultima modifica il Mercoledì, 19 Aprile 2017 15:38

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.