Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 6611 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Venerdì, 21 Aprile 2017

Velocità di filtrazione glomerulare nel coniglio

  • La tecnica CT-GFR si rilevava utile e affidabile per l’indicazione della nefrectomia in due soggetti con nefropatia
Vota questo articolo
(0 Voti)

rabUna coniglia (Oryctolagus cuniculus) di 3 anni e una di 7 anni, sterilizzate, venivano visitate per presenza di stasi gastrointestinale associata ad asimmetria renale. Nella coniglia di 3 anni si diagnosticava citologicamente una neoplasia del rene destro. Nell’altra coniglia si diagnosticava un’ureterolitiasi del rene sinistro mediante ecografia addominale. Per valutare se fosse indicata una nefrectomia unilaterale, si effettuava in entrambi i soggetti la valutazione della velocità di filtrazione glomerulare mediante CT dinamica (CT-GFR). Sulla base dei risultati funzionali e morfologici CT-GFR, la nefrectomia radicale era indicata per il soggetto con la neoplasia renale mentre era consigliato un approccio più conservativo per l’altro soggetto.

Il soggetto con neoplasia renale veniva sottoposto a nefrectomia radicale in assenza di complicazioni. Il soggetto con ureterolitiasi veniva sottoposto a posizionamento di una protesi ureterale con risoluzione della dilatazione della pelvi renale. Entrambi i soggetti mantenevano concentrazioni di urea e creatinina sieriche non significative dopo l’intervento.

La GFR è una variabile molto utile e affidabile per la valutazione della funzionalità renale, tuttavia è di difficile valutazione con gli esami di laboratorio clinici di routine. La tecnica CT-GFR utilizzata nello studio si rivelava rapida e tecnicamente realizzabile nel coniglio e forniva informazioni clinicamente rilevanti. Sono auspicabili studi che stabiliscano i valori di riferimento per la CT-GFR in quesat specie, concludono gli autori.


“Glomerular filtration rate determination by computed tomography in two pet rabbits with renal disease.” Zoller G, Langlois I, Alexander K. J Am Vet Med Assoc. 2017 Mar 15; 250 (6): 681-687.

Scritto da
Maria Grazia Monzeglio Med Vet PhD

Letto 1078 volte Ultima modifica il Martedì, 25 Aprile 2017 18:06

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.