Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 5726 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Mercoledì, 12 Luglio 2017

Colangioepatite in 13 bovine

Scritto da

  • Non comune nei soggetti adulti. Diagnosi antemortem difficoltosa per i segni clinici aspecifici
Vota questo articolo
(0 Voti)

itteroUno studio descrive gli aspetti clinici e diagnostici della colangioepatite in 13 bovine Holstein. La colangioepatite era definita come presenza di infiammazione portale circostante o infiltrante i dotti biliari, con o senza lesioni epiteliali e con estensione ai lobuli adiacenti.

Al momento della diagnosi di colangioepatite, le bovine mostravano riduzione dell’appetito (n = 7), anoressia (n = 6), febbre (n = 5) e tachicardia (n = 8). Si osservava ittero in 5 bovine. Era presente una colorazione giallastra della cute mammaria (n = 3), congiuntivale (n = 2) e vulvare (n = 1). Si osservavano leucocitosi (n = 6), neutrofilia (n = 9) e iperfibrinogenemia (n = 8). Le alterazioni del profilo biochimico sierico includevano iperglobulinemia (n = 8), ipoalbuminemia (n = 10), aumento dell’attività di GGT (n = 12), AST (n = 8) e ALP (n = 10) e iperbilirubinemia (n = 10).

La diagnosi istopatologica includeva colangioepatite lieve subacuta non suppurativa (n = 4), colangioepatite lieve suppurativa (n = 4), colangioepatite lieve mista (neutrofila e linfocitaria) (n = 3) e colangioepatite moderata cronica non suppurativa (n = 1). Sei bovine venivano dimesse e 7 venivano soppresse.

La colangioepatite è una condizione rara nei bovini adulti. La diagnosi antemortem può essere difficoltosa perché i segni clinici sono aspecifici, concludono gli autori.


“Cholangiohepatitis in Dairy Cattle: 13 Cases.” Gomez DE et al. J Vet Intern Med. 2017 May; 31 (3): 922-927.

 

 


Maria Grazia Monzeglio Med Vet PhD
EV, Edizioni Veterinarie

Letto 140 volte Ultima modifica il Mercoledì, 12 Luglio 2017 10:56

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.