Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 5726 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Mercoledì, 26 Luglio 2017

Miopatia infiammatoria nei cavalli con piroplasmosi cronica

Scritto da

  • Probabile patogenesi autoimmune con upregulation di citochine infiammatorie
Vota questo articolo
(0 Voti)

Schermata 2017 07 25 alle 08.59.10I cavalli affetti da piroplasmosi cronica possono andare incontro a riduzione della performance e atrofia muscolare. Uno studio ha indagato gli aspetti patologici e immunopatologici della miopatia in corso di piroplasmosi cronica equina. Si includevano 16 cavalli sierologicamente positivi per i piroplasmi equini e con segni clinici ed evidenze biochimiche sieriche a supporto della miopatia. Si valutavano i muscoli scheletrici mediante istopatologia, immunoistochimica, immunofluorescenza indiretta e identificazione molecolare dei piroplasmi e delle citochine infiammatorie muscolari.

Le lesioni istologiche includevano atrofia delle fibre muscolari (100% dei casi), modificazioni degenerative (13/16, 81% dei casi) e infiltrati linfocitari perivascolari, del perimisio e dell’endomisio (81% dei casi).

In 15 casi (94%), le fibre muscolari presentavano una intensa immunocolorazione per il complesso maggiore di istocompatibilità di classe I e II. Le popolazioni di linfociti T erano principalmente CD3+, CD8+ e CD4+ in proporzioni uguali, con un minor numero di cellule CD79α+.

Il siero dei cavalli affetti veniva analizzato mediante immunofluorescenza indiretta per il legame di IgG, IgM o IgA a sezioni di muscolo equino normale per identificare gli autoanticorpi circolanti contro gli antigeni muscolari. In tutti i casi, si identificava una distinta colorazione del sarcolemma in sezioni incubate con il siero di cavalli affetti, a differenza delle sezioni incubate con soluzione salina tamponata o siero equino di controllo.

La RT-PCR dei muscoli degli animali affetti rivelava un aumento significativo di espressione dei geni di interferone-γ, interleukina-12 e fattore di necrosi tumorale-α, rispetto ai controlli sani. Non si identificavano mediante RT-PCR Theileria equi o Babesia caballi nei campioni dei muscoli affetti.

Quindi, la miopatia infiammatoria associata alla piroplasmosi equina può coinvolgere una patogenesi autoimmune con upregulation di citochine infiammatorie che possono causare l’atrofia e la degenerazione muscolare, concludono gli autori.


“Inflammatory Myopathy in Horses With Chronic Piroplasmosis” Pasolini MP et al. Vet Pathol. 2017 Jan 1 . [Epub ahead of print]

 

 


Maria Grazia Monzeglio Med Vet PhD
EV, Edizioni Veterinarie

Letto 397 volte Ultima modifica il Martedì, 25 Luglio 2017 09:03

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.