Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 7700 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 359

Venerdì, 08 Settembre 2017

Miocardiopatia dilatativa in due ratti

  • Prognosi infausta nonostante il trattamento in due soggetti di due ani d’età
Vota questo articolo
(0 Voti)

Schermata 2017 09 08 alle 15.18.43Due ratti (Rattus norvegicus) femmine intere di 2 anni venivano visitate per grave dispnea e tachipnea. Nel ratto 1, la radiografia del torace rivelava una grave effusione pleurica e si sospettava cardiomegalia, suggerendo una grave insufficienza cardiaca congestizia. L’ecocardiografia e la CT rivelavano un’effusione pleurica bilaterale, una grave miocardiopatia dilatativa (DCM), epatomegalia e lieve effusione addominale. La toracentesi e l’esame citologico rivelavano un’effusione chilosa.

Il paziente veniva trattato con una dieta a basso tenore lipidico, octreotide e farmaci per il trattamento della cardiopatia (furosemide, benazepril, pimobendan e digoxina). Tuttavia, dato il peggioramento dei segni clinici, l’animale veniva soppresso 5 giorni dopo l’inizio del trattamento. All’esame autoptico il cuore era ingrossato e tondeggiante, con evidente dilatazione di entrambi i ventricoli; la diagnosi finale era di DCM e fibrosi miocardica. La cardiopatia causava apparentemente una congestione epatica e polmonare passiva cronica che determinava l’effusione pleurica e addominale.

Per leggere l’articolo completo devi fare login con i tuoi codici EGO.




Letto 1052 volte Ultima modifica il Venerdì, 08 Settembre 2017 15:29

vetchannel.jpg

eveditoria Editoria Scientifica

0
Shares
0
Shares