Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 5851 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Mercoledì, 11 Ottobre 2017

Strangolamento del piccolo intestino nel cavallo: sopravvivenza a breve termine

Scritto da

  • Buona correlazione con numerose variabili ematologiche e cardiorespiratorie nei soggetti sottoposti a chirurgia
Vota questo articolo
(0 Voti)

Schermata 2017 10 11 alle 10.01.00Uno studio retrospettivo ha determinato se variabili fisiologiche preoperatorie e intraoperatorie e fattori chirurgici fossero correlati alla sopravvivenza fino al risveglio dall’anestesia o alle dimissioni dall’ospedale, alla ripetizione della celiotomia e all’intubazione nasogastrica postoperatoria (NGT) in cavalli sottoposti a celiotomia esplorativa per lesioni strangolanti del piccolo intestino e a correzione chirurgica di tali lesioni (n = 258).

La sopravvivenza fino a risveglio dall’anestesia era pari al 76% e fino alle dimissioni era pari al 79%. La differenza tra concentrazione addominale e periferica di lattato e la tachicardia intraoperatoria erano associate alla non sopravvivenza fino al risveglio dall’anestesia o alle dimissioni.

L’ipotensione, l’ipocapnia e un PCV basso intraoperatori erano fattori predittivi negativi di sopravvivenza fino al risveglio dall’anestesia. Un basso PCV intraoperatorio era inoltre associato a NGT postoperatoria. L’esecuzione di un’enterectomia con anastomosi e digiunocecostomia era associata alla ripetizione della celiotomia e alla non sopravvivenza fino alle dimissioni.

Numerose variabili ematologiche e cardiorespiratorie mostrano una buona correlazione con la sopravvivenza a breve termine nei cavalli sottoposti a chirurgia per strangolamento del piccolo intestino. Tali variabili possono essere facilmente misurate e possono essere utili come fattori prognostici di sopravvivenza nel cavallo con questo tipo di lesioni intestinali, concludono gli autori.


“Investigation of perioperative and anesthetic variables affecting short-term survival of horses with small intestinal strangulating lesions.” Pablo Espinosa et al. Vet Surg. April 2017; 46 (3): 345-353.

 


Maria Grazia Monzeglio Med Vet PhD
EV, Edizioni Veterinarie

Letto 313 volte Ultima modifica il Mercoledì, 11 Ottobre 2017 10:05

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.