Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 6544 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Mercoledì, 25 Ottobre 2017

Anestesia per immersione con alfaxalone in un pesce rosso

  • Piano anestetico profondo e risveglio privo di complicazioni in un soggetto operato per cisti ovariche
Vota questo articolo
(0 Voti)

Schermata 2017 10 24 alle 09.15.10In un pesce rosso (Carassius auratus) si utilizzava un protocollo anestetico con alfaxalone per effettuare una celiotomia dovuta a presenza di cisti ovariche multiple. Il pesce femmina di 7 anni e del peso di 460 g presentava una grave distensione del celoma e anoressia. La radiografia full body non era significativa ma l’ecografia celomica rivelava cisti ovariche multiple. La citologia di un ago aspirato ecoguidato di una grossa cisti rivelava la presenza di leucociti lisati contenenti numerosi bacilli intracellulari suggestivi di infiammazione suppurativa settica.

Schermata 2017 10 24 alle 09.16.04Si effettuava una celiotomia esplorativa e si aspiravano 90 ml di un fluido semitrasparente dalle cisti più grosse. Per l’anestesia, si preparavano tre vasche di plastica per pesci per l’induzione (10 mg/L di alfaxalone), il mantenimento (5 mg/L alfaxalone) e il risveglio (nessun agente anestetico). L’acqua delle vasche veniva saturata con ossigeno. Il pesce veniva immerso nella vasca di induzione e, dopo la perdita del riflesso di raddrizzamento (5 minuti), veniva collocato nella vasca di mantenimento. Veniva poi posizionato su una piattaforma e supportato in posizione supina su lana di Perlon umida. La testa veniva sommersa dall’acqua mentre il campo chirurgico del celoma veniva mantenuto fuori dall’acqua.

Il contenuto completo è libero e gratuito per gli ISCRITTI. Accedi da questo link.

Scritto da
Maria Grazia Monzeglio Med Vet PhD

Letto 1122 volte Ultima modifica il Mercoledì, 25 Ottobre 2017 10:50

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.