Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 6611 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Lunedì, 30 Ottobre 2017

Trigliceridi nei puledri neonati: effetto dell'età e dello stato di salute

  • Più elevati nei puledri neonati sani di 1-2 giorni di età, in quelli ammalati che non sopravvivono e in caso di colture batteriche positive
Vota questo articolo
(0 Voti)

Schermata 2017 10 27 alle 10.02.07Pochi studi hanno valutato gli effetti dell’età e dello stato di salute sulla concentrazione sierica dei trigliceridi nei puledri neonati. Uno studio ha valutato la concentrazione dei trigliceridi nei puledri neonati e nelle loro madri attraverso misurazioni seriali effettuate subito dopo il parto e a 1-2 giorni e 10-12 giorni di età, oltre che nei puledri ammalati.

I trigliceridi sierici misurati in serie in 7 puledri sani variavano con l’età. La concentrazioni mediana (intervallo) era rispettivamente di 28mg/dL (12-50mg/dL), 89mg/dL (51-264mg/dL) e 60mg/dL (28-135mg/dL) immediatamente dopo il parto, a 1-2 giorni di età e a 10-12 giorni di età.

La concentrazione di trigliceridi variava nelle diverse ore fino a 117mg/dL nei singoli puledri. Le fattrici avevano concentrazioni di trigliceridi inferiori (mediana, 20mg/dL; intervallo, 12-49mg/dL) rispetto ai puledri, quando i puledri avevano più di 24 ore di vita.

I puledri ammalati con meno di 24 ore di vita avevano concentrazioni di trigliceridi inferiori rispetto ai puledri ammalati di 1-7 giorni di età (mediana, 41mg/dL [intervallo, 16-116]; mediana, 110mg/dL [intervallo, 24-379mg/dL]). L’età e la concentrazione di trigliceridi mostravano un’associazione non lineare indipendente dallo stato di salute del puledro.

I puledri ammalati con colture batteriche positive avevano concentrazioni di trigliceridi più elevate rispetto a quelli con colture negative (rispettivamente, mediana, 111mg/dL [intervallo, 10-379mg/dL] e mediana 53mg/dL [intervallo, 17-271mg/dL].

I puledri che non sopravvivevano avevano concentrazioni di trigliceridi maggiori rispetto a quelli che sopravvivevano (rispettivamente, mediana, 116mg/dL [intervallo, 41-379mg/dL] e mediana, 55mg/dL [intervallo, 10-311mg/dL].

In conclusione, i trigliceridi erano più elevati nei puledri neonati sani di 1-2 giorni di età, nei puledri ammalati che non sopravvivevano e in quelli con colture batteriche positive. L’età era associata alla concentrazione di trigliceridi indipendentemente dallo stato di salute, concludono gli autori.


“Triglyceride concentrations in neonatal foals: Serial measurement and effects of age and illness.” Berryhill EH, Magdesian KG, Kass PH, Edman JE. Vet J. 2017 Sep; 227: 23-29.

Scritto da
Maria Grazia Monzeglio Med Vet PhD

Letto 726 volte Ultima modifica il Venerdì, 27 Ottobre 2017 11:34

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.