Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 6493 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Lunedì, 20 Novembre 2017

Minor rischio cardiovascolare nei proprietari di cani

  • Benefici soprattutto per i single
Vota questo articolo
(0 Voti)

oldI cani possono essere di beneficio nel ridurre il rischio cardiovascolare dei proprietari fornendo loro supporto sociale e motivazione per l’attività fisica. Uno studio ha indagato l’associazione del possesso di un cane con le malattie cardiovascolari (CVD) e i decessi in uno studio prospettico su scala nazionale (n = 3.432.153) di persone tra i 40 e gli 80 anni d’età, con follow-up fino a 12 anni. Erano disponibili dati auto-forniti sulla salute e lo stile di vita di 34.202 partecipanti nel registro svedese dei gemelli.

Nelle case abitate da persone singole o più persone, il possesso di un cane (13,1%) era associato a un minor rischio di morte, rispettivamente HR (hazard ratio) 0,67 (95% CI, 0,65–0,69) e 0,89 (0,87–0,91) e di morte per CVD, rispettivamente HR 0,64 (0,59–0,70) e 0,85 (0,81–0,90).

Il contenuto completo è libero e gratuito per gli ISCRITTI. Accedi da questo link.

Scritto da
Maria Grazia Monzeglio Med Vet PhD

Letto 972 volte Ultima modifica il Lunedì, 20 Novembre 2017 09:36

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.