Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 6387 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Mercoledì, 29 Novembre 2017

Crudeltà sugli animali: un indicatore di traumi familiari

  • Anche i medici veterinari tra i soggetti che possono favorire un percorso di individuazione e aiuto dei giovani vulnerabili
Vota questo articolo
(0 Voti)

Schermata 2017 11 29 alle 09.29.36È noto che i giovani responsabili di crudeltà sugli animali sono esposti a un maggior rischio di perpetrare violenze anche sull’uomo durante la loro vita, quali coetanei, persone amate e membri più anziani della famiglia. Questi giovani sono stati spesso esposti a violenze familiari, inclusa la crudeltà perpetrata sui loro amati animali d’affezione da parte di adulti violenti. Uno studio ha utilizzato i dati di 81.000 giovani criminali le cui esperienze negative durante l’infanzia erano note e 466 giovani che avevano confessato di essere colpevoli di crudeltà sugli animali.

Rispetto al più ampio gruppo di giovani criminali, i ragazzi che ammettevano le crudeltà sugli animali erano più giovani al momento del primo arresto e avevano maggiore probabilità di essere maschi e bianchi. Quando si consideravano i loro racconti di esperienze negative durante l’infanzia (ACE, adverse childhood experiences), avevano maggiore probabilità rispetto ad altri giovani criminali di avere vissuto una varietà di esperienze avverse, oltre alla violenza familiare, e di avere avuto 4 o più ACE.

Benché i giovani violenti con gli animali siano già giovani problematici, il fatto che possano essere presentati alle forze dell’ordine in giovane età fornisce opportunità di interventi precoci. I fornitori di servizi diversi dalle forze dell’ordine, quali insegnanti, medici, veterinari e ufficiali per il controllo degli animali possono essere in grado di identificare questi giovani vulnerabili e riferirli ai servizi necessari prima che le violenze possano continuare.


“Animal cruelty as an indicator of family trauma: Using adverse childhood experiences to look beyond child abuse and domestic violence". Bright MA et al. Child Abuse Negl. 2017 Nov 22; 76: 287-296.

 

Scritto da
Maria Grazia Monzeglio Med Vet PhD Med Vet PhDstudent

Letto 1045 volte Ultima modifica il Mercoledì, 29 Novembre 2017 09:33

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.