Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 5851 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Lunedì, 04 Dicembre 2017

Rimozione endoscopica e chirurgica degli ami da pesca gastroesofagei

Scritto da

  • Altamente efficace la metodica endoscopica. Perforazione esofagea tra le possibili complicazioni
Vota questo articolo
(0 Voti)

Schermata 2017 12 04 alle 08.55.57Uno studio retrospettivo ha descritto la localizzazione, la rimozione, la frequenza di ricorso alla chirurgia e le complicazioni associate all’ingestione di ami da pesca nel cane e nel gatto. Si includevano 33 casi (2 gatti e 31 cani). Le sedi più frequenti erano l’esofago prossimale [12/33 (36%)] e lo stomaco [11/33 (33%)].

La rimozione endoscopica era efficace in 27 casi su 33 (82%); l’unica complicazione descritta era la perforazione esofagea in 6 casi su 33 (18%). Si effettuava un intervento chirurgico in 6 casi (18%) e non si osservavano complicazioni precoci. Il tasso di sopravvivenza era del 100%.

La rimozione endoscopica degli ami da pesca è altamente efficace. Nel presente studio, la sopravvivenza fino alle dimissioni era del 100% anche in caso di perforazione esofagea o nei casi che necessitavano di un intervento chirurgico.


“Endoscopic and surgical removal of oesophageal and gastric fishhook foreign bodies in 33 animals.” Binvel M, Poujol L, Peyron C, Dunie-Merigot A, Bernardin F. J Small Anim Pract. 2017 Nov 30 [Epub ahead of print]

 


Maria Grazia Monzeglio Med Vet PhD
EV, Edizioni Veterinarie

Letto 464 volte Ultima modifica il Lunedì, 04 Dicembre 2017 11:04

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.