Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 5851 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Lunedì, 04 Dicembre 2017

Leptospirosi e disordini riproduttivi in un allevamento misto bovino e suino

Scritto da

  • Valori anticorpali cut-off inferiori possono favorire la diagnosi dell’infezione nella mandria
Vota questo articolo
(0 Voti)

suiLa leptospirosi animale, fatta eccezione per i roditori, manifesta una peculiarità biologica per la quale l’animale può fungere, simultaneamente o meno, da ospite suscettibile o serbatoio. Nel primo caso, è probabile la presenza di segni clinici. Nel secondo caso, l’infezione è subclinica e le manifestazioni sono lievi o assenti. Le manifestazioni cliniche lievi includono l’insuccesso riproduttivo negli animali zootecnici dovuto a sierotipi adattati all’ospite di Leptospira sp.

Uno studio ha analizzato l’infezione da Leptospira sp. in un allevamento misto (bovino e suino) con documentati disordini riproduttivi nell’unità bovina. Il segno indicativo riscontrato nelle bovine era un lungo intervallo tra i parti (superiore a 450 giorni). Alcune bovine (2 su 26 analizzate) presentavano un titolo elevato di anticorpi per Leptospira sp. sierogruppo Sejroe, ma la prevalenza di mandria complessiva era bassa (11,5% e 7,7% per titoli cut-off rispettivamente di 1:30 e 1:100).

La prevalenza di mandria della leptospirosi nell’unità suina (determinata per 113/140 animali) era elevata se si utilizzava una soglia cut-off inferiore (32,7% vs. 1,8% per titoli cut-off rispettivamente di 1:30 e 1:100). In questa unità, il sierogruppo prevalente era Autumnalis.

La conferma diagnostica finale della circolazione di Leptospira sp. nell’allevamento veniva ottenuta mediante identificazione del DNA di Leptospira sp. con PCR nei suini abortiti di due figliate consecutive. Nonostante si diagnosticasse un agente infettivo causale comune in entrambe le specie, non si identificava un legame diretto tra le due unità animali. Fattori quali l'uso della stessa fonte di acqua e l’utilizzo di letame preparato con le deiezioni suine possono destare il sospetto di una possibile cross-contaminazione tra le due unità.

Lo studio suggerisce di includere la leptospirosi nella diagnosi differenziale dei disordini riproduttivi e dell’aborto spontaneo negli animali zootecnici e fornisce dati che giustificano l’utilizzo di una soglia cut-off inferiore per la diagnosi di mandria.


Reproductive Disorders and Leptospirosis: A Case Study in a Mixed-Species Farm (Cattle and Swine).” Mori M et al. Vet Sci. 2017 Dec 1; 4 (4). pii: E64.

 


Maria Grazia Monzeglio Med Vet PhD
EV, Edizioni Veterinarie

Letto 148 volte Ultima modifica il Lunedì, 04 Dicembre 2017 10:41

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.