Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 5988 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Mercoledì, 10 Gennaio 2018

PCR sul latte di massa per l’identificazione dei patogeni responsabili di mastite

  • Sistema di monitoraggio valido se usato di frequente con analisi ripetute
Vota questo articolo
(0 Voti)

mastUno studio ha esaminato il valore della real-time PCR multipla quantitativa (qPCR) sul latte di massa per individuare i patogeni legati alla mastite per la diagnosi a livello di stalla. Mediante regressione logistica lo studio ha calcolato la soglia di prevalenza apparente della mandria determinata esaminando i campioni di latte di quarto di tutte le bovine in lattazione, consentendo di identificare le stalle positive per uno specifico patogeno entro livelli di probabilità certi.

Lo studio ha esaminato 6335 campioni di latte di quarto provenienti da 1615 vacche di 51 allevamenti tedeschi. Un campione del latte di massa di ogni stalla è stato sottoposto ad esame microbiologico e a PCR con kit PCR Mastit 4A, che identifica S. aureus, S. dysgalactiae, S. agalactiae e S. uberis. Inoltre, si effettuava la PCR anche su campioni di pool contenenti aliquote di latte provenienti da tutte le vacche in lattazione dei 51 allevamenti.

Solo uno dei 51 allevamenti era PCR-positivo per S. agalactiae nel latte di massa e nei campioni di pool. Si evidenziava una correlazione significativa tra il ciclo-soglia della qPCR sul latte di massa e la prevalenza apparente all’interno della mandria per S. aureus, S. dysgalactiae e S. uberis. Quando si analizzava un campione di latte di massa, la soglia di prevalenza di mandria stimata era 27,6% per S. aureus, 9,2% per S. dysgalactiae e 13,8% per S. uberis a livello di animale. A livello di latte di quarto, le soglie erano 32,6% per S. aureus, 1,7% per S. dysgalactiae e 4,3% per S. uberis.

I risultati dello studio indicano che i patogeni della mastite possono essere identificati nel latte di massa con la qPCR analizzata. L’esame del latte di massa non è uno strumento affidabile per l’identificazione dei patogeni considerati attraverso analisi singole mentre può essere un sistema valido di monitoraggio quando usato di frequente con analisi ripetute. Inoltre, questo approccio può permettere di identificare l’ingresso di nuovi patogeni nella mandria.

“Within-herd prevalence thresholds for herd-level detection of mastitis pathogens using multiplex real-time PCR in bulk tank milk samples”. Soltau, J.B. et al. Journal of Dairy Scienc , Volume 10 , Issue 10, 8287 - 8295

Scritto da
Maria Grazia Monzeglio Med Vet PhD Med Vet PhDstudent

Letto 442 volte Ultima modifica il Mercoledì, 10 Gennaio 2018 09:04

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.