Stampa questa pagina
Venerdì, 12 Gennaio 2018

Ipersensibilità al morso di insetto del cavallo associata a iperreattività delle vie respiratorie

  • Anche in assenza di segni clinici respiratori manifesti
Vota questo articolo
(0 Voti)

insecrEvidenze genetiche ed epidemiologiche suggeriscono che nel cavallo, così come in altre specie, manifestazioni differenti di ipersensibilità possano verificarsi contemporaneamente. I cavalli affetti da ipersensibilità al morso di insetto (IBH) mostrano una iperreattività delle vie respiratorie (AH) all’istamina inalatoria anche in assenza di segni clinici conclamati di asma equina (EA).

Uno studio ha incluso 22 cavalli sani di controllo (gruppo C), 24 cavalli affetti da IBH (gruppo IBH) e 23 cavalli affetti da IBH ed EA (gruppo IBH/EA). Le anamnesi cliniche venivano valutate utilizzando due questionari standardizzati: l’Horse Owner Assessed Respiratory Signs Index (HOARSI) e il punteggio IBH. Un cavallo veniva classificato come affetto da EA se l’HOARSI era > 1 e come affetto da IBH se il punteggio IBH era > 0. I disordini confondenti venivano esclusi mediante esame clinico. Si misurava la pressione parziale di ossigeno arteriosa (PaO2) e si effettuava la pletismografia flussimetrica per valutare la reattività delle vie aeree a dosi crescenti di istamina inalatoria.

La concentrazione mediana di provocazione dell’istamina (PC) quando i valori ∆flow aumentavano del 35% (PC35) era significativamente maggiore nel gruppo C (5,94 [1,11–26,33] mg/mL) rispetto al gruppo IBH (2,95 [0,23–10,13] mg/mL) e al gruppo IBH/EA (2,03 [0,43–10,94] mg/mL; P < 0,01).

PC50 e PC75 mostravano differenze molto simili tra i gruppi. Inoltre, la PaO2 era significativamente inferiore nel gruppo IBH (84 ± 8 mmHg) e nel gruppo IBH/EA (78 ± 11 mmHg) rispetto al gruppo C (89 ± 6 mmHg; P < 0,01).

L’IBH è associata a AH e a una ridotta PaO2, anche in assenza di segni clinici respiratori manifesti, concludono gli autori.

Il contenuto completo è libero e gratuito per gli ISCRITTI. Accedi da questo link.

Scritto da
Maria Grazia Monzeglio Med Vet PhD

Letto 975 volte Ultima modifica il Venerdì, 12 Gennaio 2018 11:36

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.