Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 6960 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 359

Venerdì, 12 Gennaio 2018

Arsenico nel mangime per animali: un pericolo reale?

  • Prevalentemente pesce o derivati nei campioni di cibo per cani e gatti con le maggiori concentrazioni
Vota questo articolo
(0 Voti)

Schermata 2018 01 12 alle 11.59.48In uno studio, il contenuto di arsenico è stato determinato mediante la spettroscopia di assorbimento atomico con fornetto di grafite (Z-ETA-AA) dopo digestione umida; il metodo è stato applicato per l'analisi di 200 campioni di cibo per cani e per gatti importato o commercializzato in Italia dal 2007 al 2012.

La massima concentrazione di arsenico totale è risultata essere pari a 12,5 mg/kg. Alcuni dei campioni analizzati hanno dato origine a delle allerte - Rapid Alert System for Food and Feed (RASFF) - e sono stati respinti alle dogane o ritirati dal mercato italiano, poiché i tenori di arsenico totale eccedevano i limiti massimi al tempo in vigore (2002/32/EC).

Il contenuto completo è libero e gratuito per gli ISCRITTI. Accedi da questo link.




Letto 1153 volte Ultima modifica il Venerdì, 12 Gennaio 2018 12:03

SCIVAC Rimini Web

eveditoria Editoria Scientifica

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.