Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 6608 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Mercoledì, 31 Gennaio 2018

Variabili cardiache e metaboliche nei cani obesi

  • Alterazioni della struttura e funzione cardiaca, resistenza all’insulina, dislipidemia e altre variazioni del metabolismo in uno studio
Vota questo articolo
(0 Voti)

Schermata 2018 01 26 alle 12.38.35Nell’uomo, l’eziologia della disfunzione cardiaca correlata all’obesità (ORCD) è legata alla sindrome metabolica. Alcuni studi hanno indicato che i cani obesi presentano alcune componenti della sindrome metabolica, stimolando la valutazione della ORCD anche nel cane obeso. Uno studio ha valutato la struttura e la funzione cardiaca (ecocardiografia standard e sotto sforzo) e le variabili metaboliche (rapporto insulina:glucosio, lipidi, adiponectina, marker infiammatori) nei cani obesi, a confronto con cani di peso normale. Si includevano 46 cani sani di piccola taglia (<11 kg), 29 obesi e 17 di peso ideale.

Rispetto ai controlli di peso ideale, i cani obesi presentavano modificazioni cardiache caratterizzate da: maggiore rapporto tra ampiezza del setto interventricolare in diastole e dimensioni interne del ventricolo sinistro in diastole, ridotto rapporto tra peak early e peak late della velocità di flusso ventricolare sinistra e peak early e peak late della velocità anulare mitralica, e aumento delle percentuali di accorciamento frazionale e frazione di eiezione. La pressione ematica sistolica non differiva significativamente tra i due gruppi.

Il contenuto completo è libero e gratuito per gli ISCRITTI. Accedi da questo link.

Scritto da
Maria Grazia Monzeglio Med Vet PhD

Letto 1289 volte Ultima modifica il Mercoledì, 31 Gennaio 2018 13:33

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.