Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 6027 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Lunedì, 12 Febbraio 2018

Elevata prevalenza delle alterazioni dell’andatura nel Carlino

  • Associazione con l’età e la dispnea
Vota questo articolo
(0 Voti)

Schermata 2018 02 07 alle 09.53.44Uno studio prospettico ha determinato la prevalenza delle anomalie dell’andatura in una coorte di Carlini mediante un questionario somministrato ai proprietari e focalizzato sui segni di alterazione dell’andatura (zoppia, atassia, debolezza e qualsiasi segno indiretto quali incapacità di saltare e anomalie di usura delle unghie e della cute delle zampe) e mediante riprese video. Lo studio valutava inoltre le condizioni associate alle anomalie dell’andatura, incluse altre patologie prevalenti nella razza.

Si includevano 550 carlini registrati allo Swedish Kennel Club di 1, 5 e 8 anni di età nel 2015 e 2016. Nel 33,7% delle risposte al questionario si segnalavano alterazioni dell’andatura. Nella maggior parte dei casi, il carattere dell’alterazione descritta indicava una causa neurologica. Si osservava un’associazione tra alterazione dell’andatura ed età, le alterazioni erano ovvero significativamente più comuni nei Carlini più vecchi. Si riscontrava inoltre un’associazione tra anomalie dell’andatura e dispnea, con quest’ultima significativamente più comune nei Carlini con anomalie dell’andatura.

Lo studio dimostra che la prevalenza delle alterazioni dell’andatura era elevata nei Carlini svedesi e aumentava con l’età. Sono auspicabili ulteriori studi sui meccanismi alla base di tali alterazioni, concludono gli autori.

“High prevalence of gait abnormalities in pugs” Rohdin, C. et al, Veterinary Record. Published Online First: 05 February 2018.

 

Scritto da
Maria Grazia Monzeglio Med Vet PhD Med Vet PhDstudent

Letto 981 volte Ultima modifica il Lunedì, 12 Febbraio 2018 14:50

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.