Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 6063 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Lunedì, 12 Marzo 2018

Reticoloperitonite traumatica del bovino

  • Riscontri clinici ed esami di laboratorio scarsamente sensibili
Vota questo articolo
(0 Voti)

RPTUno studio ha valutato i riscontri all’esame clinico e i risultati delle analisi ematochimiche in 503 bovini con reticolo peritonite traumatica (TRP, traumatic reticuloperitonitis).

I riscontri clinici più comuni erano comportamento e condizioni generali anomale (87%), ridotta motilità del rumine (72%), feci scarsamente digerite (57%), ridotto riempimento del rumine (49%), febbre (43%) e tachicardia (26%). Nel 58% dei soggetti almeno uno dei tre test che valutano la presenza di corpi estranei nel reticolo (pizzicatura del garrese, pressione sul processo xifoideo dello sterno e percussione della parete addominale) era positivo; nel restante 42% tutti e tre i test erano, invece, negativi. Le alterazioni ematologiche più frequenti erano riduzione del valore ematocrito nel 45% e leucocitosi nel 42% dei bovini. Le alterazioni biochimiche più comuni erano un aumento del fibrinogeno (69%) e delle proteine totali (64%). I risultati del test della glutaraldeide hanno evidenziato delle tempistiche ridotte, con una coagulazione che è avvenuta entro 6 minuti nel 75% dei bovini.

Gli autori concludono che non è possibile affidarsi ai riscontri clinici e agli esami di laboratorio per effettuare una diagnosi di TRP in quanto, anche le anomalie più comuni, non sono sempre presenti nei bovini con TRP.

 

“Clinical and laboratori findings in 503 cattle with traumatic reticuloperitonitis” Braun U et al. BMC Vet Res. 2018 Mar; 14(1):66.


Gaia Carotenuto Med Vet PhDstudent

Letto 393 volte Ultima modifica il Lunedì, 12 Marzo 2018 12:33

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.