Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 6617 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Mercoledì, 28 Marzo 2018

Efficacia e sicurezza dello spironolattone in gatti con insufficienza cardiaca congestizia

  • Sicuro e ben tollerato; sono necessari ulteriori studi che ne indaghino l’efficacia
Vota questo articolo
(0 Voti)

distressLa fisiopatologia dello scompenso cardiaco comporta l’attivazione di diversi sistemi neuro-ormonali incluso il sistema renina-angiotensia-aldosterone. Lo spironolattone, un mineralcorticoide che agisce come antagonista del recettore dell’aldosterone, è risultato essere di beneficio in persone e cani con scompenso cardiaco.

Uno studio pilota, multicentrico, in doppio-cieco, randomizzato ha valutato l’effetto dello spironolattone sulla sopravvivenza e sui parametri clinici di 20 gatti con scompenso cardiaco secondario a cardiomiopatia in terapia con furosemide e con ACE-inibitore. L’endpoint primario era rappresentato dalla mortalità, definita come morte (spontanea o secondaria all’eutanasia) dovuta a cause cardiache.

Il contenuto completo è libero e gratuito per gli ISCRITTI. Accedi da questo link.


Gaia Carotenuto Med Vet PhDstudent

Letto 1389 volte Ultima modifica il Mercoledì, 28 Marzo 2018 10:33

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.