Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 6541 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Venerdì, 30 Marzo 2018

Emoplasmosi nel gatto

  • Linee guida europee per la prevenzione e il trattamento
Vota questo articolo
(0 Voti)

emoplasmiLa European Advisory Board on Cat Diseases (ABCD), che si occupa della prevenzione e del trattamento delle malattie infettive feline, ha redatto delle linee guida per le infezioni sostenute dagli emoplasmi, batteri emotropici che possono indurre anemia in diverse specie di mammiferi.

Nel gatto, Mycoplasma haemofelis è la specie più patogena tra le tre principali specie di emoplasmi note per infettare i gatti. Candidatus Mycoplasma haemominutum e Candidatus Mycoplasma turicensis sono specie meno patogene, ma possono determinare malattia in gatti immunodepressi. I gatti maschi non di razza che hanno accesso all’esterno hanno una maggiore probabilità di essere infettati dagli emoplasmi. Candidatus M. haemominutum è la specie riscontrata più di frequente nei gatti anziani. Tutte e tre le specie di emoplasmi possono determinare infezioni asintomatiche.

Il contenuto completo è libero e gratuito per gli ISCRITTI. Accedi da questo link.


Eleonora Malerba Med Vet PhD

Letto 1632 volte Ultima modifica il Venerdì, 30 Marzo 2018 10:01

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.