Stampa questa pagina
Venerdì, 13 Aprile 2018

Confronto dell’immunità mediata da Th1 indotta da due vaccini anti-Leishmaniosi nel cane

Vota questo articolo
(0 Voti)

vacciniLa risposta immunitaria protettiva nei confronti della Leishmaniosi canina è principalmente di tipo cellulo-mediata. In Europa sono disponibili in commercio due vaccini per prevenire lo sviluppo di un’infezione attiva da Leishmania nel cane.

Uno studio si è posto l’obiettivo di confrontare la capacità di ciascun vaccino di orientare il sistema immunitario verso una risposta di tipo cellulo-mediata.
Per questo scopo sono stati impiegati 24 cani di razza Beagle di 6 mesi di età sieronegativi nei confronti di Leishmania, i quali sono stati sottoposti, in maniera randomizzata, a 3 diversi tipi di trattamento. Otto soggetti sono stati vaccinati mediante 3 somministrazioni del vaccino LiESP/QA-21 (CaniLeishTM, Virbac) ai giorni (G) 0, 21 e 42; altri 8 soggetti sono stati vaccinati tramite singola somministrazione del vaccino ricombinante Q-protein (LetiFendTM, Leti) al G42 e, infine, agli ultimi 8 soggetti è stata inoculata una singola dose di PBS (PBS, Phosphate Buffered Saline, tampone fosfato salino) al G42. Campioni di sangue sono stati prelevati a G0, G42 e G49 per valutare l’attività leishmanicida dei macrofagi canini (CMLA, Canine Macrophage Leishmanicidal Activity):
- indice di parassitemia, produzione dei derivati dell’ossido di azoto, indice macrofagico M1/M2
- marcatori correlati alla risposta immunitaria Th1
- presenza di linfociti T della memoria effettrice (TEM, T-cells Effective Memory) a livello periferico.

A fine studio sono state eseguite delle biopsie cutanee allo scopo di valutare la risposta dei linfociti T della memoria effettrice residenti (TREM, T-cells Resident Effective Memory).

Un’attività leishmanicida dei macrofagi canini è stata osservata in 4 cani su 8 (50%) dopo la seconda somministrazione di CaniLeishTM, e in 3 cani su 8 (40%) dopo l’inoculazione di LetiFendTM. Tuttavia, una risposta cellulo-mediata matura contro la leishmaniosi canina (CMLA + TEM attivate + TREM attivata + marcatori della risposta Th1) è stata osservata in 8 cani su 8 (100%) vaccinati con CaniLeishTM ma in un solo cane su 8 (13%) vaccinato con LetiFendTM.

Secondo i risultati di questo studio, solo il vaccino CaniLeishTM è stato in grado di indurre una risposta cellulo-mediata matura contro la leishmaniosi canina in tutti i cani vaccinati. In caso di infezione, la presenza di cellule-T della memoria attivate, specialmente a livello cutaneo, potrebbe indurre una più precoce riattivazione specifica del sistema immunitario nei cani vaccinati con CaniLeishTM rispetto a quelli vaccinati con LetiFendTM. Sono necessarie ulteriori indagini per confermare questi risultati e le loro implicazioni in condizioni reali.

“Comparison of the Th1-mediated immunity induced by two anti-Leishmaniosis vaccines in dogs”
Christelle Fontaine, et al. Poster accepted at the 29th International Conference on Vaccines and Immunization; March 19-20, 2018 | London, UK.


Gaia Carotenuto Med Vet PhDstudent

Letto 4781 volte Ultima modifica il Lunedì, 16 Aprile 2018 12:24

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.