Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 6177 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Mercoledì, 16 Maggio 2018

Salmonellosi nei gechi in cattività

  • Circa 1/3 dei gechi risulta positivo a Salmonella; questi rettili possono rappresentare una fonte di infezioni per uomo e altre specie
Vota questo articolo
(0 Voti)

gecoI rettili sono considerati un importante serbatoio di Salmonella.

Uno studio si è posto l’obiettivo di valutare la prevalenza di Salmonella spp. in diverse specie di geco allevate in Italia come animali domestici.

Sono stati inclusi nello studio 70 gechi clinicamente sani. I campioni di tampone fecale prelevati da tali soggetti sono stati esaminati per Salmonella spp.e le colture così ottenute sono state successivamente sottoposte a sierotipizzazione.

In 24 dei 70 campioni fecali (34,3%) è stata isolata Salmonella spp. Diciotto isolati hanno mostrato una antibiotico-resistenza alla ceftazidima e quattro isolati hanno mostrato una antibiotico-resistenza all'ampicillina.

L’isolamento di Salmonella spp. da gechi allevati in cattività, apparentemente sani, non è così infrequente. Il geco dovrebbe, pertanto, essere considerato come una potenziale fonte di infezione per gli esseri umani e gli altri animali da compagnia.

 

“Salmonella serotypes isolated in geckos kept in seven collections in southern Italy” Russo TP, et al. J Small Anim Pract. 2018 May;59(5):294-297.


Eleonora Malerba Med Vet PhDstudent

Letto 267 volte

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.