Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 6118 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Mercoledì, 13 Giugno 2018

Sedazione con dexmedetomidina e buprenorfina in corso di esame ecocardiografico nel gatto

  • La sedazione con dexmedetomidina e buprenorfina esercita una notevole influenza su diversi parametri dell’esame ecocardiografico
Vota questo articolo
(0 Voti)

CatEchoGli agenti sedativi vengono occasionalmente utilizzati nei gatti per consentire l'esame ecocardiografico durante lo screening per malattie cardiache, come la cardiomiopatia ipertrofica (HCM, hypertrophic cardiomyopathy). A causa dei loro effetti emodinamici, i sedativi possono alterare le misurazioni ecocardiografiche.

Uno studio prospettico ha valutato gli effetti della sedazione con dexmedetomidina e buprenorfina sulle variabili ecocardiografiche, sulla pressione arteriosa (PA) e sulla frequenza cardiaca (FC) in 50 gatti sani.

I gatti sono stati sedati per via intramuscolare con dexmedetomidina e buprenorfina, in base al loro peso corporeo. Le misurazioni della PA e della FC, gli esami ecocardiografici e Doppler sono stati eseguiti prima della sedazione e ripetuti una volta che i gatti avevano raggiunto un grado di sedazione accettabile.

Durante la sedazione è stato registrato un aumento di diversi parametri: diametro interno del ventricolo sinistro a fine diastole e sistole, diametro interno del ventricolo destro a fine diastole, atrio sinistro (AS), tempo di decelerazione nell'arteria polmonare, PA sistolica, diastolica e media (P ⩽ 0,022). Diversamente la velocità massima a livello di aorta e arteria polmonare (AP), la frazione d’accorciamento, il tempo di accelerazione/decelerazione nell’AP e la FC diminuivano durante la sedazione (P <0,0001). Infine, il setto interventricolare a fine diastole e sistole, la parete posteriore del ventricolo sinistro a fine diastole e sistole, il diametro aortico (Ao), il rapporto atrio sinistro/aorta (AS / Ao) e il tempo di accelerazione nell’AP non subivano modificazioni durante la sedazione.

Durante la sedazione la pressione sanguigna aumenta e la FC si riducono. Mentre lo spessore delle pareti e il rapporto atrio sinistro/aorta non sono stati influenzati dalla sedazione, gli indici dell’atrio sinistro e le dimensioni del ventricolo sinistro sono aumentati. Gli autori ritengono che siano necessari ulteriori studi utilizzando gatti con HCM per valutare l'effetto di questa combinazione sedativa sui risultati dello screening per la HCM.

 

“Effects of sedation with dexmedetomidine and buprenorphine on echocardiographic variables, blood pressure and heart rate in healthy cats” Johard E, et al. J Feline Med Surg. 2018 Jun;20(6):554-562.


Eleonora Malerba Med Vet PhDstudent

Letto 377 volte

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.