Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 6457 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Lunedì, 17 Settembre 2018

Sicurezza della somministrazione orale prolungata di robenacoxib

  • Trattamenti prolungati alle dosi raccomandate sono ben tollerati e sicuri nel cane
Vota questo articolo
(0 Voti)

BEagleIl robenacoxib è un farmaco antinfiammatorio non steroideo, disponibile per l’uso nel cane e nel gatto, per il controllo del dolore e dell'infiammazione.

Lo scopo di questo studio era quello di valutare il profilo di sicurezza della somministrazione orale di robenacoxib per un periodo di 6 mesi.

A questo scopo sono stati impiegati 32 cani sani e giovani di razza Beagle. I soggetti sono stati divisi in 4 gruppi: al gruppo 1 non è stato somministrato alcun trattamento, mentre ai gruppi 2, 3 e 4 sono stati rispettivamente somministrati per via orale 2, 6 e 10 mg/kg di robenacoxib una volta al giorno per 6 mesi (corrispondenti, rispettivamente, al dosaggio massimo consigliato, 3 volte questo dosaggio e 5 volte questo dosaggio). La sicurezza del farmaco è stata valutata sulla base delle condizioni cliniche generali, l’esame fisico, neurologico, oftalmologico, elettrocardiografico, valutazioni istologiche ed esami di laboratorio. Inoltre sono stati raccolti campioni di sangue per valutare il rischio tossicologico associato a trattamenti prolungati con robenacoxib.

Durante i 6 mesi, non sono stati segnalati eventi avversi gravi. Nei gruppi che hanno ricevuto robenacoxib non sono state osservate differenze per quanto riguarda peso corporeo, consumo di cibo o acqua, esami del sangue, analisi delle urine e caratteristiche delle feci rispetto al gruppo di controllo. Allo stesso modo, non sono state rilevate alterazioni istologiche a livello di articolazioni e di tessuti/organi. Scialorrea e feci molli sono state osservate in tutti i gruppi, ma più frequentemente nei gruppi trattati rispetto al controllo. Il giorno 178, è stato osservato un prolungamento del tempo di sanguinamento della mucosa orale in un cane del gruppo 3 e in un altro cane del gruppo 4; un cane appartenente al gruppo 4 mostrava una anomalia retinica. Una riduzione della propriocezione cosciente è stata osservata in quattro cani trattati. Un cane nel gruppo 2 aveva complessi ventricolari prematuri. L’esame post-mortem macroscopico ha evidenziato alterazioni lievi nel cieco di un cane (Gruppo 3) e nel duodeno di un altro cane (Gruppo 4), alle quali non corrispondevano alterazioni istologiche. Le concentrazioni ematiche di robenacoxib hanno confermato l'esposizione sistemica, la quale aumentava all’aumentare della dose.

Il robenacoxib è stato ben tollerato a dosi da 2 a 10 mg/kg/giorno per la durata di 6 mesi. Questi risultati ne supportano l'utilizzo sicuro, anche per periodi prolungati, al regime di dosaggio previsto.

 

“Six-month safety evaluation of robenacoxib tablets (Onsior™) in dogs after daily oral administrations” Toutain CE, et al. BMC Vet Res. 2018 Aug 17;14(1):242. doi: 10.1186/s12917-018-1566-1.


Eleonora Malerba Med Vet PhD

Letto 1112 volte

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.