Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 6614 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Lunedì, 17 Settembre 2018

Monitoraggio glicemico domiciliare nel gatto

  • Il 74% dei proprietari ha accettato questa pratica con risvolti positivi sulla qualità della vita e sul controllo glicemico
Vota questo articolo
(0 Voti)

HBGMUno studio ha valutato l’accettazione del monitoraggio glicemico domiciliare (HBGM, home blood glucose monitoring) da parte di proprietari di gatti diabetici neo-diagnosticati, come questa scelta impatta sulla qualità della vita (QoL, quality of life) dei gatti e dei proprietari, e ha analizzato le variazioni glicemiche durante un follow-up di 6 mesi.

I proprietari di gatti diabetici sono stati istruiti su come effettuare il monitoraggio glicemico domiciliare e, in base alla loro capacità e disponibilità, sono stati suddivisi in: gruppo HBGM e gruppo non-HBGM. L’esperienza dei proprietari è stata valutata mediante un questionario e sono state registrate le informazioni relative al grado di accettazione e le ragioni del rifiuto di questa pratica. Nei successivi 6 mesi, sono stati analizzati i cambiamenti nella QoL e sono state confrontate le variazioni dei parametri che riflettono il controllo glicemico (segni clinici, fruttosamine sieriche, valore di glicemia media/minima/massima/pre-insulina) tra i due gruppi ai mesi 1, 3 e 6, così come all’interno di ciascun gruppo tra il momento della diagnosi e i medesimi follow-up.

Il contenuto completo è libero e gratuito per gli ISCRITTI. Accedi da questo link.


Eleonora Malerba Med Vet PhD

Letto 868 volte

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.