Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 6454 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Lunedì, 17 Settembre 2018

Monitoraggio glicemico domiciliare nel gatto

  • Il 74% dei proprietari ha accettato questa pratica con risvolti positivi sulla qualità della vita e sul controllo glicemico
Vota questo articolo
(0 Voti)

HBGMUno studio ha valutato l’accettazione del monitoraggio glicemico domiciliare (HBGM, home blood glucose monitoring) da parte di proprietari di gatti diabetici neo-diagnosticati, come questa scelta impatta sulla qualità della vita (QoL, quality of life) dei gatti e dei proprietari, e ha analizzato le variazioni glicemiche durante un follow-up di 6 mesi.

I proprietari di gatti diabetici sono stati istruiti su come effettuare il monitoraggio glicemico domiciliare e, in base alla loro capacità e disponibilità, sono stati suddivisi in: gruppo HBGM e gruppo non-HBGM. L’esperienza dei proprietari è stata valutata mediante un questionario e sono state registrate le informazioni relative al grado di accettazione e le ragioni del rifiuto di questa pratica. Nei successivi 6 mesi, sono stati analizzati i cambiamenti nella QoL e sono state confrontate le variazioni dei parametri che riflettono il controllo glicemico (segni clinici, fruttosamine sieriche, valore di glicemia media/minima/massima/pre-insulina) tra i due gruppi ai mesi 1, 3 e 6, così come all’interno di ciascun gruppo tra il momento della diagnosi e i medesimi follow-up.

Sono stati inclusi un totale di 38 gatti: 28 (74%) nel gruppo HBGM e 10 (26%) nel gruppo non-HBGM. Non sono state rilevate differenze significative tra i 2 gruppi in nessuno dei time-point prestabiliti sia per quanto concerne la QoL che per quanto riguarda i parametri indicativi del controllo glicemico, ad eccezione del valore di glicemia massimo al 6 ° mese (inferiore nel gruppo HBGM). Tuttavia, il punteggio relativo alla QoL, che prendeva in considerazione anche il grado di preoccupazione dei proprietari per quanto concerne la malattia, gli episodi ipoglicemici, i costi e i parametri glicemici, migliorava in tutti i time-point all'interno del gruppo HBGM ma non all'interno del gruppo non-HBGM. La remissione si è verificata in 9 dei 28 gatti (32%) del gruppo HBGM e in 1 dei 10 gatti (10%) del gruppo non-HBGM (P = 0,236).

Il monitoraggio glicemico domiciliare è stato accettato ed effettuato con successo dalla maggior parte dei proprietari di gatti diabetici. La QoL è migliorata nel gruppo HBGM e non nel gruppo non-HBGM. Sebbene non siano state rilevate differenze nel controllo glicemico tra i gruppi HBGM e non-HBGM durante i 6 mesi di follow-up, sono stati registrati miglioramenti significativi della glicemia nel gruppo HBGM.

 

“Acceptance of home blood glucose monitoring by owners of recently diagnosed diabetic cats and impact on quality of life changes in cat and owner” Hazuchova K1, et al. J Feline Med Surg. 2018 Aug;20(8):711-720. doi: 10.1177/1098612X17727692. Epub 2017 Sep 15.


Eleonora Malerba Med Vet PhD

Letto 774 volte

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.