Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 6457 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Venerdì, 28 Settembre 2018

Conseguenze indotte dai FANS sull’apparato gastroenterico del cavallo

  • I FANS con azione inibitoria selettiva nei confronti della COX-2 determinano danni gastroenterici meno gravi rispetto a quelli ad azione non-selettiva
Vota questo articolo
(0 Voti)

Gastric Ulcers backL’obiettivo di questo studio era quello di determinare se la somministrazione di un antinfiammatorio non steroideo (FANS) con una azione inibitoria selettiva nei confronti dell’enzima ciclossigenasi-2 (COX-2) riduce la probabilità di sviluppare ulcera gastrica e infiammazione gastrointestinale rispetto all’impiego di un FANS non selettivo.

Venticinque cavalli adulti sani sono stati assegnati in modo casuale a 3 gruppi terapeutici: placebo (n = 5), fenilbutazone (n = 10) o firocoxib (n = 10), somministrati giornalmente per 10 giorni. Ai giorni 0 e 10 è stata effettuata una gastroscopia per valutare la presenza di ulcere a carico della mucosa squamosa e ghiandolare. Ai giorni 0, 10 e 20 sono stati raccolti campioni fecali per testare la concentrazione di mieloperossidasi (MPO) fecale.

Entrambe le classi di FANS hanno determinato danni a carico dell’apparato gastroenterico, come dimostrato dalla insorgenza di ulcere gastriche e dalle concentrazioni di MPO nelle feci. Nei cavalli che avevano ricevuto fenilbutazone, al giorno 10, la gravità delle ulcere gastriche a carico della mucosa ghiandolare e le concentrazioni di MPO nelle feci erano significativamente maggiori (rispettivamente P<0,001 e P=0,0018). L’aumento della concentrazione di MPO nelle feci si è ridotto significativamente 10 giorni dopo la cessazione del trattamento con firocoxib, ma sono rimasti maggiori rispetto al giorno 0 nel gruppo di cavalli trattati con fenilbutazone.

Sebbene entrambe le classi di FANS abbiano determinato l’insorgenza di ulcere gastriche, il firocoxib (FANS con azione selettiva nei confronti della COX-2) ha indotto ulcere ghiandolari meno gravi. Sebbene in entrambi i gruppi l’impiego dei FANS abbia determinato un aumento della concentrazione di MPO nelle feci dopo 10 giorni di trattamento, questo aumento era significativo solo nei cavalli che ricevevano fenilbutazone, un FANS ad azione inibitoria non-selettiva per la COX-2.
Gli autori concludono che i risultati di questo studio suggeriscono che entrambe le classi di FANS inducono lesioni gastrointestinali nei cavalli; tuttavia, ai dosaggi utilizzati in questo studio, il firocoxib (FANS ad azione selettiva per la COX-2) ha provocato lesioni meno gravi.

 

“Effect of selective versus nonselective cyclooxygenase inhibitors on gastric ulceration scores and intestinal inflammation in horses” Richardson LM, et al. Vet Surg. 2018 Aug;47(6):784-791. doi: 10.1111/vsu.12941. Epub 2018 Aug 9.


Eleonora Malerba Med Vet PhD

Letto 569 volte

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.