Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 6772 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Venerdì, 19 Ottobre 2018

Interferenza della sedazione con butorfanolo in corso di esame oftalmologico

  • Il butorfanolo esercita una lieve interferenza sul test di Schirmer, sulle dimensioni pupillari e sulla pressione intraoculare
Vota questo articolo
(0 Voti)

esame occhioL’obiettivo di questo studio era quello di stabilire se la sedazione con butorfanolo per via intramuscolare interferisse sulle variabili valutate durante l’esame oftalmologico nella specie canina.

A questo scopo sono stati impiegati 22 cani di razza Beagle senza anomalie oculari, sottoposti ad esame oftalmologico 20 minuti prima e subito prima della somministrazione di butorfanolo, al fine di stabilire i dati di riferimento. Per ciascun soggetto sono stati esaminati la posizione del globo oculare e della membrana nittitante, la risposta alla minaccia, il riflesso di abbagliamento, il riflesso corneale, i test lacrimali con filo di cotone al rosso fenolo e quello di Schirmer, la dimensione della pupilla e la tonometria a rimbalzo. Il butorfanolo è stato somministrato per via intramuscolare alla dose di 0,2 mg/kg e queste valutazioni sono state ripetute 10, 20, 30 e 45 minuti dopo la somministrazione. A questi stessi intervalli di tempo è stato anche stabilito un punteggio di sedazione da 0 a 3.

Il contenuto completo è libero e gratuito per gli ISCRITTI. Accedi da questo link.


Gaia Carotenuto Med Vet PhDstudent

Letto 685 volte Ultima modifica il Giovedì, 18 Ottobre 2018 00:26

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.