Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 6252 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Lunedì, 03 Dicembre 2018

Interferone omega nel gatto con calicivirosi

  • L’interferone ω riduce significativamente la gravità della gengivo-stomatite inibendo la proliferazione del Calicivirus
Vota questo articolo
(0 Voti)

T1701F01Fig01Uno studio prospettico ha valutato l’efficacia clínica della somministrazione SC di interferone-omega ricombinante felino (rFeIFN-ω, recombinant feline interferon-omega) alla dose di 1 M unita/Kg per il trattamento della gengivite-stomatite cronica felina in gatti infetti da calicivirus felino (FCV, feline calicivirus).

Sono stati inclusi un totale di 17 gatti positivi al FCV, di cui 13 sono stati trattati con somministrazioni SC di rFeIFN-ω (gruppo ω), i restanti 4 gatti sono stati trattati con corticosteroidi SC (gruppo C). Il rFeIFN-ω è stato somministrato una volta al giorno nei giorni 1, 2, 3, 7, 8, 9, 14 e 21. I corticosteroidi sono stati somministrati negli stessi giorni alla dose di 1 mg/kg.
Nei giorni 0, 7, 14, 21 e 28 sono stati valutati i sintomi clinici (salivazione, dolore all'apertura della bocca, alitosi, linfoadenopatia mandibolare; la combinazione di tutti questi 4 sintomi è stata definita "sintomi clinici totali") e la stomatite (grado ed estensione dell'infiammazione, sanguinamento delle lesioni; la combinazione di questi 3 reperti è stata definita "stomatite totale"). Mediante PCR-real time è stato quantificato l’RNA virale ai giorni 0 e 28.

Nel gruppo ω sono state evidenziate differenze significative nel punteggio relativo alla salivazione (p=0.018) e ai sintomi clinici totali (p=0,008). Lo stesso è stato osservato anche per quanto riguarda il grado di estensione (p=0.003), di infiammazione (p=0,007) e relativamente alla stomatite totale (p=0,003). Il punteggio totale, ottenuto dalla somma dello score clinico piu lo score riguardante la stomatite, era significativamente differente nei giorni 7, 14, 21 e 28 rispetto al giorno 0. L’analisi PCR ha dimostrato una riduzione della popolazione virale nel gruppo ω e non nel gruppo C.

Gli autori concludono affermando che la somministrazione SC di rFeIFN-ω, secondo il protocollo definito nello studio, migliora la stomatite inibendo la proliferazione del FCV.

 

“Evaluation of the efficacy of the subcutaneous low recombinant feline interferon-omega administration protocol for feline chronic gingivitis-stomatitis in feline calicivirus-positive cats” Matsumoto H, et al. Res Vet Sci. 2018 Oct 12;121:53-58. doi: 10.1016/j.rvsc.2018.10.003. [Epub ahead of print]


Gaia Carotenuto Med Vet PhDstudent

Letto 654 volte

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.