Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 6351 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Mercoledì, 19 Dicembre 2018

Sindrome brachicefalica e sintomi gastroenterici nel cane

  • La prevalenza dei sintomi gastrointestinali e il loro miglioramento dopo chirurgia correttiva variano in funzione della razza
Vota questo articolo
(0 Voti)

266Il primo obiettivo di questo studio retrospettivo era quello di valutare la prevalenza dei sintomi gastrointestinali nei cani di razza bulldog francese, bulldog inglese e nei carlini portati in visita per sindrome brachicefalica; secondariamente gli autori hanno voluto indagare gli effetti della chirurgia correttiva delle vie aeree sull’evoluzione di tali sintomi gastrointestinali.

Al momento della visita è stata valutata la presenza di ptialismo, rigurgito e vomito utilizzando un sistema di punteggio precedentemente stabilito. Tutti i cani sono stati sottoposti ad intervento di stafilectomia e rinoplastica delle cartilagini alari. I segni gastrointestinali sono stati rivalutati, tramite follow-up telefonico, almeno 6 settimane dopo l'intervento chirurgico.

Lo studio ha incluso un totale di 98 cani, di cui 43 bulldog francesi, 12 bulldog inglesi e 43 carlini. La prevalenza dei sintomi gastrointestinali, nella totalità dei soggetti, era del 56%; nello specifico, era del 93% nei bulldog francesi, del 58% nei bulldog inglesi e del 16% nei carlini. Nell’intera popolazione oggetto di studio, e specialmente nei bulldog francesi, è stato osservato un miglioramento dei segni gastrointestinali a seguito della chirurgia correttiva.

Gli autori concludono che, nei cani con sindrome brachicefalica, la prevalenza dei sintomi gastrointestinali e il loro miglioramento conseguentemente all’intervento chirurgico correttivo variano in funzione della razza.

 

“Relationship between brachycephalic airway syndrome and gastrointestinal signs in three breedsof dog” Kaye BM, et al. J Small Anim Pract. 2018 Nov;59(11):670-673. doi: 10.1111/jsap.12914. Epub 2018 Aug 9.


Gaia Carotenuto Med Vet PhDstudent

Letto 899 volte

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.