Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 6354 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Lunedì, 14 Gennaio 2019

Ruolo del cortisolo basale nella diagnosi di iperadrenocorticismo

  • La misurazione del cortisolo basale non sembra apportare alcun contributo nella diagnosi di iperadrenocorticismo
Vota questo articolo
(0 Voti)

CBIl test di stimolazione con ACTH per la diagnosi di iperadrenocorticismo prevede anche la misurazione del cortisolo basale (CB) ma, attualmente, non esistono indicazioni sull'interpretazione di tale parametro.

L’obiettivo di questo studio era quello di definire se la concentrazione del CB, nell’ambito del test di stimolazione, rivesta un ruolo nella diagnosi di iperadrenocorticismo.

A questo scopo sono state esaminate le cartelle di 54 cani con sospetto iperadrenocorticismo sottoposti a test di stimolazione con ACTH. Le performance delle concentrazioni del CB, del cortisolo post-stimolazione (CPS), della differenza tra CPS e CB (DeltaC) e del loro rapporto (RatioC) per la diagnosi di iperadrenocorticismo sono state valutate tramite l’analisi delle curve ROC comparando l’area sotto la curva (AUC, Area Under the Curve) del CPS con quella degli altri parametri.

L'AUC del CPS (0,92) era significativamente più alta delle AUC del CB (0,70; P = 0,01) e del RatioC (0,55; P < 0,001), e non era significativamente differente dall'AUC del DeltaC (0,86; P = 0,09). Un valore di cutoff del CPS pari a 24,8 μg/dL è risultato associato ad una sensibilità dell'86% e una specificità del 94%; un valore di cutoff di 26 μg/dL ha prodotto, invece, una specificità del 100% e una sensibilità dell'81% per la diagnosi di iperadrenocorticismo ipofisario.

Se il DeltaC presenta delle performance paragonabili a quelle del CPS per la diagnosi di iperadrenocorticismo, questo non è vero per il CB e il RatioC.

 

“The interpretive contribution of the baseline serum cortisol concentration of the ACTHstimulation test in the diagnosis of pituitary dependent hyperadrenocorticism in dogs” Nivy R, et al. J Vet Intern Med. 2018 Nov;32(6):1897-1902. doi: 10.1111/jvim.15330. Epub 2018 Oct 18.


Eleonora Malerba Med Vet PhDstudent

Letto 799 volte

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.