Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 6315 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Lunedì, 21 Gennaio 2019

Trattamento dell'aspergillosi senonasale nel cane

  • La senoscopia frontale con irrigazione delle placche fungine e applicazione di clotrimazolo è una procedura minimamente invasiva, efficace e con lievi effetti collaterali
Vota questo articolo
(0 Voti)

asperI protocolli di trattamento ad oggi raccomandati prevedono generalmente la trapanazione dei seni frontali o l'applicazione di una soluzione antifungina instillata nel seno frontale in condizioni di anestesia generale. Entrambe queste procedure sono associate ad una certa morbidità e all’insorgenza di complicazioni.

L’obiettivo di questo studio era quello di valutare un protocollo di trattamento topico minimamente invasivo per l’aspergillosi senonasale nella specie canina.

Lo studio ha incluso 12 cani in cui, mediante senoscopia frontale, le placche fungine sono state disciolte e irrigate manualmente ed è stata successivamente applicata una crema di clotrimazolo all’1% ad uso topico. La procedura è stata effettuata utilizzando un catetere posizionato per via retrograda direttamente nei seni frontali utilizzando la tecnica di Seldinger con l’ausilio di una guida, evitando così la necessità di una trapanazione del seno frontale. Il trattamento è stato ripetuto ogni 2 settimane, a seconda delle necessità, fino a quando non siano stati ottenuti risultati negativi all’esame colturale e istopatologico. Il coinvolgimento delle ossa del cranio da parte della micosi è stata valutata prima del trattamento ma non era considerata un criterio di esclusione.

La risoluzione è stata ottenuta con una mediana di 2 trattamenti. La procedura è stata ben tollerata, con minimi effetti avversi segnalati. Tre cani avevano mostrato segni di erosione delle ossa craniche alla tomografia computerizzata.

Questo protocollo minimamente invasivo sembra essere efficace e ben tollerato per il trattamento dell'aspergillosi senonasale, anche nei cani con erosione delle ossa del cranio, con effetti collaterali lievi.

 

“Minimally invasive treatment of sino-nasal aspergillosis in dogs” Ballber C, et al. J Vet Intern Med. 2018 Nov;32(6):2069-2073. doi: 10.1111/jvim.15311. Epub 2018 Oct 16.


Eleonora Malerba Med Vet PhDstudent

Letto 524 volte

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.