Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 6420 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Venerdì, 22 Febbraio 2019

Performance di un test di gravidanza nella specie ovina

  • Il test ha dimostrato di raggiungere una sensibilità del 100% al 42° giorno di gravidanza
Vota questo articolo
(0 Voti)

1397125540 lavLe pecore producono glicoproteine associate alla gravidanza (PAG, pregnancy-associated glycoprotein) simili a quelle prodotte dalle vacche.

L’obiettivo di questo studio era quello di valutare le performance nella specie ovina di un test di gravidanza disponibile in commercio, impiegato nella specie bovina, basato sul rilevamento delle PAG.

Il test è stato eseguito su sangue intero (WhB), plasma (P) e siero (S) di 163 pecore gravide e 153 pecore non gravide. Inoltre, 11 pecore gravide sono state testate settimanalmente dal 14° al 49° giorno di gestazione e mensilmente dal 60° al 149° giorno di gravidanza. Infine, 10 pecore sono state testate settimanalmente dal giorno del parto fino al 63° giorno post-parto.

Utilizzando l’ecografia transaddominale come tecnica gold stansard di riferimento, la sensibilità del test a metà gravidanza (n = 163) è stata del 98,16% da WhB e del 99,39% da P e da S, mentre la specificità (n = 153) è stata del 94,12% da WhB, del 76,47% da P e del 93,46% da S. Durante la fase iniziale della gravidanza, tutte le 11 pecore sono state correttamente identificate come gravide al 42° giorno (100%); tuttavia, la sensibilità del test è scesa al 54,6% da WhB e al 63,6% da S e P al 49° giorno di gravidanza. Le pecore sono state nuovamente identificate correttamente come gravide al 63° giorno da P o al 119° giorno da S e WhB. Il test è stato costantemente negativo dal 42° giorno post-parto in otto pecore su dieci; le altre due sono rimaste costantemente positive fino all'ultimo campionamento effettuato al 63° giorno post-parto.

Gli autori concludono che il test può essere utilizzato per identificare correttamente le pecore gravide al 42° giorno di gravidanza; la sensibilità si riduce sensibilmente al 49° giorno. I risultati dimostrano che la sensibilità del test è buona a metà gravidanza e nelle fasi finali; diversamente, la diagnosi precoce di gravidanza (fase iniziale) era possibile solo in un numero limitato di soggetti. In alcune pecore, inoltre, i PAG rimangono elevati e possono dare delle false positività al test fino ad oltre il 63° giorno post-parto. Questo implica la necessità di considerare l’anamnesi di allevamento per la corretta interpretazione dei risultati del test.

 

“Evaluation of a bovine visual pregnancy test for the detection of pregnancy-associatedglycoproteins in sheep” Steckeler P, et al. Reprod Domest Anim. 2018 Sep 29. doi: 10.1111/rda.13356. [Epub ahead of print]


Gaia Carotenuto Med Vet PhDstudent

Letto 191 volte

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.