Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 6351 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Venerdì, 22 Febbraio 2019

Diagnosi di allergia nel cane: ruolo dei test su pelo e saliva

  • I test effettuati su campioni di pelo e/o saliva non sono affidabili per la diagnosi di allergia nella specie canina
Vota questo articolo
(0 Voti)

peluDiverse aziende producono test da effettuare su campioni di saliva e/o pelo per la diagnosi di allergie alimentari e ambientali negli animali da compagnia, ma non forniscono alcuna prova dell'accuratezza di tali test.

In questo studio è stata indagata la capacità di uno di questi test allergici di distinguere in modo affidabile i cani sani dai cani allergici ed è stata indagata la ripetibilità del test.

Ai fini dello studio sono stati impiegati 10 campioni di pelo e saliva appartenenti ad un cane allergico e 10 prelevati da un cane sano. Inoltre, sono stati utilizzati anche 5 campioni di pelo finto e di acqua allo scopo di determinare se il test fosse in grado di differenziare campioni provenienti da un cane vero da quelli provenienti da un cane giocattolo. L’azienda ha eseguito test per 128 allergeni alimentari e ambientali.

La distribuzione dei risultati dei test ottenuti da campioni prelevati da cani allergici, non allergici o da cani giocattolo non era diversa da quella ottenuta da una distribuzione casuale. La riproducibilità del test era scarsa o blanda.

Gli autori concludono che i test su pelo e saliva non sono idonei per la diagnosi di allergie e non possono sostituirsi alla valutazione clinica operata dal veterinario.

 

“Hair and saliva test fails to identify allergies in dogs” Coyner K and Schick A. J Small Anim Pract. 2019 Feb;60(2):121-125. doi: 10.1111/jsap.12952. Epub 2018 Oct 29.


Gaia Carotenuto Med Vet PhDstudent

Letto 538 volte

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.