Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 6420 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Venerdì, 01 Marzo 2019

Leptospiruria persistente nella specie canina

  • Un potenziale rischio zoonotico per i proprietari; solo la claritromicina è stata efficace nei soggetti in cui la doxiciclina e l’enrofloxacina avevano fallito
Vota questo articolo
(0 Voti)

Leptospira Biflexa AntigenPer il trattamento dei cani con leptospirosi, si raccomanda la terapia con doxiciclina in quanto questa sembrerebbe essere dotata della capacità di eliminare l'agente patogeno da tutti i tessuti, compresi i tubuli renali.
Riuscire a debellare la Leptospira dai tubuli renali interrompe la leptospiruria e impedisce la trasmissione dell'infezione.

Questo lavoro descrive 5 casi di cani con pregressa leptospirosi in cui la leptospiruria persisteva nonostante il trattamento con doxiciclina (in quattro cani) e con enrofloxacina (in un cane).

La leptospiruria è stata confermata in tutti e 5 i cani tramite esame PCR. In 2 cani, la leptospiruria si è risolta dopo aver modificato la terapia, sostituendo la doxiciclina con l’enrofloxacina. Negli altri 3 cani, la doxiciclina e/o l'enrofloxacina si sono rivelate inefficaci nel risolvere la leptospiruria; in questi soggetti l’eliminazione urinaria della Leptospira si è arrestata solo a seguito della terapia con claritromicina.

I proprietari di animali domestici che hanno avuto la leptospirosi potrebbero essere esposti al rischio di contagio. Nello studio vengono, inoltre, discusse alcune ipotesi che giustifichino la persistenza della leptospiruria in questi soggetti.

 

“Persistent Leptospiruria in Five Dogs Despite Antimicrobial Treatment (2000-2017)” Mauro T and Harkin K. J Am Anim Hosp Assoc. 2019 Jan/Feb;55(1):42-47. doi: 10.5326/JAAHA-MS-6882. Epub 2018 Nov 14.


Eleonora Malerba Med Vet PhD

Letto 820 volte

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.