Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 6351 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Venerdì, 01 Marzo 2019

Marker indicativi di complicazioni in corso di colica chirurgica

  • La sieroamiloide A sembrerebbe essere un marker precoce ma potrebbe peccare di specificità
Vota questo articolo
(0 Voti)

coicL’obiettivo di questo studio prospettico era quello di determinare le concentrazioni di sieroamiloide A (SAA, serum amyloid A) nelle coliche chirurgiche del cavallo e indagare l’associazione tra questo parametro e l’incidenza di complicazioni e infezioni post-operatorie.

A questo scopo, sono stati prelevati campioni di sangue da 51 cavalli sottoposti a celiotomia esplorativa per colica ai giorni 0, 1, 2, 4-6 e al momento della dimissione, al fine di misurare le concentrazioni di SAA e fibrinogeno e per effettuare la conta dei neutrofili.

Il 69% dei cavalli (n=35) ha sviluppato complicazioni tra cui: colica post-operatoria (n=13, 25%), reflusso post-operatorio (n=11, 22%), complicanze associate al catetere endovenoso (n=11, 22%), lieve ipertermia (n=11, 22%), infezione del sito chirurgico (n=9, 18%), grave ipertermia (n=7, 14%) e diarrea (n=4, 8%). Sono state riscontrate delle associazioni significative tra le concentrazioni di SAA al giorno 2 e lo sviluppo di colica post-operatoria (P=0,004), diarrea (P=0,042), complicanze associate al catetere endovenoso (P=0,008) e reflusso post-operatorio (P=0,008); similmente, sono state riscontrate delle associazioni significative tra le concentrazioni di SAA al giorno 4-6 e lo sviluppo di colica post-operatoria (P=0,004), diarrea (P=0,018). Inoltre, la concentrazione di SAA al momento della dimissione era associata all’incidenza di infezioni del sito chirurgico (P=0,001). Relativamente al fibrinogeno, le sue concentrazioni ai giorni 4-6 e alla dimissione erano associate allo sviluppo di colica post-operatoria (P=0,003), diarrea (P=0,004), complicanze del catetere endovenoso (P=0,002) e reflusso post-operatorio (P=0,023). Infine, non sono state osservate differenze significative per quanto concerne le concentrazioni di SAA, fibrinogeno o la conta dei neutrofili tra i cavalli che hanno sviluppato complicazioni post-operatorie di origine infettiva e quelli che hanno presentato complicazioni di natura non-infettiva.

La SAA era marcatamente aumentata nelle fasi post-operatorie in tutti i cavalli con colica chirurgica sottoposti a celiotomia, non consentendo una differenziazione tra complicazioni di origine infettiva e non. Il grado di infiammazione associato alla colica chirurgica è elevato e può aver influito sul valore predittivo della SAA per quanto riguarda lo sviluppo di infezione nel post-operatorio.

Sebbene la concentrazione di SAA misurata con un analizzatore point-of-care si sia dimostrata essere un marker più precoce di infezioni post-operatorie in corso di colica chirurgica, non è detto che sia più sensibile rispetto alla fibrinogenemia. D’altro canto, la SAA potrebbe essere più utile nel rilevare infezioni del sito chirurgico nel tardo post-operatorio.

 

“Serum amyloid A concentration in postoperative colic horses and its association with postoperative complications” Aitken MR, et al. Vet Surg. 2019 Feb;48(2):143-151. doi: 10.1111/vsu.13133. Epub 2018 Nov 29.


Eleonora Malerba Med Vet PhDstudent

Letto 210 volte

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.