Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 6423 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Lunedì, 11 Marzo 2019

Dieta a base di carne cruda nel cane: nasconde delle insidie?

  • La dieta BARF può costituire un rischio per la salute sia del cane che del suo proprietario
Vota questo articolo
(0 Voti)

pets5Negli ultimi anni, un numero sempre maggiore di proprietari decide di alimentare il proprio cane con la dieta a base di carne cruda, la cosiddetta dieta BARF (Biologically Appropriate Raw Food). Essa prevede la somministrazione di frattaglie che non sono state sottoposte ad alcun tipo di trattamento finalizzato a ridurne la carica microbica; pertanto, la somministrazione di tale dieta non è esente dal pericolo legato alla presenza di potenziali microrganismi patogeni.

Uno studio ha analizzato dei campioni di carne cruda congelata prelevati da 60 confezioni destinate alla dieta BARF, prodotte da 10 diverse aziende, allo scopo di indagare la potenziale presenza di batteri appartenenti alla famiglia delle Enterobacteriaceae, di Clostridium perfringens, di Salmonella e di Campylobacter.

Le Enterobacteriaceae sono state rilevate in tutti i 60 campioni e in 31 di questi la loro concentrazione era maggiore ai 5000 batteri/g, limite al di sopra del quale l'igiene microbica è considerata non soddisfacente, secondo le normative dell’UE. In 2 campioni, la quantità di C. perfringens superava i 5000 batteri/g, livello massimo di batteri anaerobi consentito dalle linee guida nazionali svedesi. Batteri appartenenti al genere Salmonella sono stati rinvenuti in quattro campioni (7%) e batteri appartenenti al genere Campylobacter in tre campioni (5%).

I risultati di questo studio dimostrano che, al fine di limitare i potenziali rischi per la salute degli animali alimentati con dieta BARF e dei loro proprietari, specialemente se giovani e immunocompromessi, è fondamentale mantenere una buona igiene durante la conservazione, la manipolazione e la preparazione della carne cruda.

 

“Occurrence of Salmonella, Campylobacter, Clostridium and Enterobacteriaceae in raw meat-based diets for dogs” Hellgren J, et al. Vet Rec. 2019 Mar 4. pii: vetrec-2018-105199. doi: 10.1136/vr.105199. [Epub ahead of print]


Gaia Carotenuto Med Vet PhDstudent

Letto 1047 volte Ultima modifica il Domenica, 10 Marzo 2019 16:35

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.