Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 6423 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Mercoledì, 13 Marzo 2019

Pancreatite e danno renale acuto nei cani

  • Il danno renale acuto si verifica in circa un quarto dei pazienti con pancreatite acuta e aumenta significativamente il rischio di mortalità
Vota questo articolo
(0 Voti)

pakiLa pancreatite acuta e il danno renale acuto sono comorbidità ben documentate in medicina umana. I cani che sviluppano un danno renale acuto durante il ricovero hanno tassi di mortalità significativamente più alti rispetto a quelli che non lo sviluppano.

Gli scopi di questo studio erano valutare la prevalenza del danno renale acuto in cani con pancreatite acuta e indagare il valore prognostico di vari parametri clinicopatologici.

La diagnosi di pancreatite acuta si basava sulla presenza di almeno due dei seguenti segni clinici: dolore addominale, diarrea, vomito o anoressia/iporessia; assenza di altre anomalie ecografiche a carico di organi diversi dal pancreas e una positività al test SNAP cPL. La diagnosi di danno renale acuto si basava sulle linee guida della International Renal Interest Society (IRIS). I cani sono stati classificati in sopravvissuti e non sopravvissuti. Al momento del ricovero sono stati valutati creatinina sierica, urea, amilasi, calcio totale, colesterolo totale, proteina C-reattiva, globuli bianchi e neutrofili banda; inoltre è stato anche calcolato l’indice di gravità clinica. I dati clinici e clinicopatologici sono stati confrontati tra soggetti sopravvissuti e non sopravvissuti.

Sono stati inclusi 65 cani con pancreatite acuta. Un indice di gravità clinica ≥ 6,5 era associato ad un outcome sfavorevole (p=0,0011). Le concentrazioni di urea e creatinina sieriche al momento del ricovero erano significativamente inferiori nei soggetti sopravvissuti rispetto ai non sopravvissuti (rispettivamente P<0,0001 e P=0,0002). Il danno renale acuto è stato diagnosticato in 17 cani su 65 (26,2%) ed è risultato essere associato ad un outcome sfavorevole (P<0,0001). Inoltre, la condizione di oligo-anuria era anch’essa associata ad un outcome sfavorevole (P=0,0294).

Un indice di gravità clinica elevato e la presenza di iperazotemia nei cani con pancreatite acuta sono risultati essere associati ad un aumentato rischio di mortalità. Il danno renale acuto può essere una comorbidità in corso di pancreatite acuta canina. La presenza di oligo-anuria è associata ad un outcome sfavorevole.

 

“Acute pancreatitis and acute kidney injury in dogs” Gori E, et al. The Veterinary Journal, Volume 245, March 2019, Pages 77-81.


Eleonora Malerba Med Vet PhD

Letto 807 volte

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.