Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 6351 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Venerdì, 15 Marzo 2019

Solfato di magnesio nella sindrome di “headshaking” del cavallo

  • L’infusione endovenosa di MgSO4 ha ridotto significativamente il comportamento di headshaking nei cavalli affetti
Vota questo articolo
(0 Voti)

headshakingLa sindrome di “headshaking” mediata dal trigemino è conseguente ad una riduzione della soglia di sensibilizzazione del nervo trigemino ed è responsabile di un apparente dolore facciale. Il magnesio può avere una funzione neuroprotettiva sulla soglia di sensibilizzazione delle fibre nervose e, potenzialmente, potrebbe attenuare i sintomi conseguenti al dolore neuropatico.

L’obiettivo di questo studio prospettico crossover randomizzato era quello di indagare come si modificasse il comportamento di headshaking in 6 cavalli affetti dalla sindrome dopo l'infusione endovenosa di solfato di magnesio.

Tutti i soggetti hanno ricevuto una infusione di soluzione di destrosio al 5% (soluzione di controllo) e di una soluzione al 50% di MgSO4 (40 mg/kg). Il comportamento di headshaking è stato valutato prima dell'infusione e 15, 30, 60 e 120 minuti dopo l'infusione. A queste stesse tempistiche, sono stati effettuati dei prelievi di sangue venoso per la valutazione di pH, HCO3-, standard base excess (SBE), Na+, Cl-, K+, Ca2+, Mg2+, magnesio totale (tMg), glicemia e lattatemia; infine sono stati calcolati la strong ion difference (SID) e l’anion gap (AG).

A seguito dell’infusione della soluzione al 50% di MgSO4, le variabili pH, Na+, Cl-, K+, SID, AG, lattatemia, Ca2+, tMg e Mg2+ hanno avuto cambiamenti significativi rispetto alle stesse variabili valutate dopo infusione di soluzione di destrosio al 5%. Diversamente, glicemia, SBE e HCO3 - non hanno subito variazioni significative. L’infusione di MgSO4 ha ridotto il tasso di headshaking del 29%; contrariamente, il comportamento di headshaking non ha subito modifiche conseguentemente alla somministrazione di soluzione di destrosio.

La somministrazione endovenosa di MgSO4 ha determinato l’aumento delle concentrazioni plasmatiche totali e ionizzate di magnesio e ha ridotto significativamente il comportamento di headshaking nei cavalli affetti.

 

“Intravenous infusion of magnesium sulfate and its effect on horses with trigeminal-mediated headshaking” Sheldon SA, et al. J Vet Intern Med. 2019 Jan 22. doi: 10.1111/jvim.15410. [Epub ahead of print]


Gaia Carotenuto Med Vet PhDstudent

Letto 308 volte

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.