Stampa questa pagina
Mercoledì, 27 Marzo 2019

Ruolo dell’ecografia toracica in corso di broncopolmonite nei bovini da carne

  • La profondità massima e l'estensione delle aree di consolidamento polmonare sono utili fattori prognostici
Vota questo articolo
(0 Voti)

bovino 1La gravità delle lesioni polmonari, definita mediante ultrasonografia toracica (TUS, thoracic ultrasonography) al momento della diagnosi di broncopolmonite (BP, bronchopneumonia), costituisce un fattore preditivo di mortalità nei manzi con BP non sottoposti a trattamento.

Uno studio prospettico di coorte si è posto l’obiettivo di indagare se le caratteristiche delle lesioni polmonari rilevate alla TUS al momento della diagnosi di BP fossero correlate al tasso di recidiva e all’incremento medio giornaliero (ADG, average daily gain).

Sono stati inclusi manzi  (n = 93; 243 ± 36 kg) e giovenche (n = 51; 227 ± 42 kg) di razze da carne con BP. La TUS è stata eseguita, per tutti i soggetti, dallo stesso operatore. Sono state effettuate le seguenti valutazioni: profondità massima e estensione delle aree di consolidamento polmonare, numero massimo di code di cometa e entità del versamento pleurico.

La profondità massima cui era collocata la zona di consolidamento polmonare è risultata essere associata ad un più alto tasso di recidiva (odds ratio [OR], 1,337/cm) e ad un ADG inferiore (-34 g/cm). Anche l’estensione massima delle aree di consolidamento polmonare era associata ad un tasso di recidiva più elevato (OR, 1,052/cm2) ma non con l’ADG. Le code di cometa e ilversamento pleurico non sono risultati essere associati al rischio di ricaduta o all’ADG.

Gli autori concludono che quantificare la profondità massima e l'estensione delle aree di consolidamento polmonare al momento dell diagnosi di BP tramite TUS può fornire informazioni prognostiche utili nei bovini da carne.

 

“Association of lung lesions measured by thoracic ultrasonography at first diagnosis of bronchopneumonia with relapse rate and growth performance in feedlot cattle” Timsit E, et al. J Vet Intern Med. 2019 Mar 22. doi: 10.1111/jvim.15483. [Epub ahead of print]


Gaia Carotenuto Med Vet PhDstudent

Letto 259 volte

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.