Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 6423 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Venerdì, 29 Marzo 2019

Lavaggio vescicale nel gatto ostruito

  • Non sembrerebbe influenzare la frequenza di recidiva, il tempo di permanenza in situ del catetere urinario o la durata complessiva del ricovero
Vota questo articolo
(0 Voti)

Standard KatKath Step 8L’obiettivo di questo studio clinico controllato randomizzato condotto su gatti maschi con ostruzione uretrale (OU) era quello di valutare l’influenza esercitata dal lavaggio vescicale sulla incidenza di recidiva durante il ricovero in ospedale, sul tempo di permanenza in situ del catetere urinario e sulla durata complessiva dell’ospedalizzazione.

Lo studio ha incluso un totale di 137 gatti maschi con OU che, dopo la disostruzione e il posizionamento di un catetere uretrale, sono (n = 69) o meno (n = 68) stati sottoposti a lavaggio vescicale con soluzione fisiologica (0,9% NaCl). I dati relativi a segnalamento, precedenti episodi di OU, presenza di cristalluria, difficoltà incontrata durante il cateterismo uretrale, frequenza di recidiva dell’OU durante il ricovero ospedaliero, tempo di permanenza in situ del catetere urinario e durata complessiva dell’ospedalizzazione sono stati confrontati tra i due gruppi di gatti.

Tra i soggetti in cui era stato effettuato il lavaggio vescicale e quelli non sottoposti a tale procedura, non sono state riscontrate differenze statisticamente significative per quanto riguarda l’incidenza di recidiva intra-ospedaliera (rispettivamente, 13% vs 19%), il tempo di permanenza in situ del catatere uretrale (37 ore [intervallo da 3 a 172 ore] vs 36 ore [intervallo da 1 a 117 ore]) e la durata complessiva dell’ospedalizzazione (3 giorni [intervallo da 0,5 a 12 giorni] vs 3 giorni [intervallo da 1 a 9 giorni]).

I risultati di questo studio clinico indicano che, nei gatti maschi con OU, il lavaggio della vescica urinaria al momento del cateterismo uretrale non ha influenzato significativamente né la frequenza di recidiva durante il ricovero ospedaliero, né il tempo di permanenza in situ del catetere urinario, né la durata complessiva del ricovero; tuttavia gli autori sottolineano la necessità di confermare o confutare tali risultati mediante studi più ampi.

 

“Effect of urinary bladder lavage on in-hospital recurrence of urethral obstruction and durations of urinary catheter retention and hospitalization for male cats” Dorsey TI, et al. J Am Vet Med Assoc. 2019 Feb 15;254(4):483-486. doi: 10.2460/javma.254.4.483.


Eleonora Malerba Med Vet PhD

Letto 1013 volte

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.