Stampa questa pagina
Venerdì, 10 Maggio 2019

Efficacia antiparassitaria contro i nematodi polmonari

  • Si consiglia di tenere i gatti in casa e di smaltire le loro feci nei 10 giorni post-trattamento
Vota questo articolo
(0 Voti)

snailAelurostrongylus abstrusus e Troglostrongylus brevior sono nematodi che hanno la lumaca come ospite intermedio e che determinano malattie respiratorie nei gatti infetti. In letteratura sono disponibili scarse informazioni riguardo la dispersione delle larve L1 da parte dell’ospite definitivo e la loro infettività nei confronti della lumaca a seguito di trattamenti antielmintici somministrati ai gatti.

L’obiettivo di questo studio era quello di indagare l’efficacia di 2 prodotti antiparassitari, la formulazione di eprinomectina (8,3% di fipronil, 10% di (S)-metoprene, 0,4% di eprinomectina e 8,3% di praziquantel) e la formulazione di moxidectina (10% di imidacloprid e 1% di moxidectina), e indagare per quanti giorni dopo il trattamento l’ospite continua ad eliminare larve L1 vitali con le feci.

Un esame delle feci è stato effettuato su 384 soggetti e 54 di questi sono risultati positivi (in totale il 14,1%, di cui il 7,5% con A. abstrusus, il 6,1% con T. brevior e lo 0,5% con entrambi). Trentasei di questi soggetti sono stati randomizzati in 4 gruppi: gatti positivi per T. brevior trattati con la formulazione di eprinomectina (gruppo A) o di moxidectina (gruppo B), gatti positivi per A. abstrusus trattati con la formulazione di eprinomectina (gruppo C) o di moxidectina (gruppo D). Prima del trattamento e nei giorni successivi, sono stati raccolti campioni di feci per essere analizzati con la tecnica Baermann e per determinare il numero di larve per grammo di feci (LPG); le stesse valutazioni sono state nuovamente effettuate a 4 settimane di distanza dal trattamento per indagare l'efficacia di una singola somministrazione dei prodotti antiparassitari. Inoltre, per valutare l'infettività pre- e post-trattamento delle larve L1 nei confronti dell’ospite intermedio, una o due lumache per gatto sono state infettate con 100 larve L1 isolate dalle feci degli animali arruolati.

Sulla base del numero di larve L1 nei campioni fecali, l'efficacia a 28 giorni delle formulazioni di eprinomectina e di moxidectina è stata del 100% sia per A. abstrusus che per T. brevior. Il numero medio di giorni necessario per la negativizzazione delle feci era di 7,9±1,2 nel gruppo A, 7,8±1,9 nel B, 6,9±1,6 nel C e 8,9±2,0 nel D. Larve L3 vitali di T. brevior e A. abstrusus sono state trovate in 160 (87,4%) lumache infettate sperimentalmente.

I risultati di questo studio dimostrano che una singola somministrazione delle due formulazioni è efficace nel trattamento delle infezioni da A. abstrusus e T. brevior e che, dopo la somministrazione del prodotto, vengono eliminate larve L1 vitali fino a 8,9±2,0 giorni post-trattamento. Le larve L1 di entrambe le specie di nematodi eliminate con le feci dopo la somministrazione dell’antiparassitario sono ancora in grado di raggiungere lo stadio larvale infettivo nelle lumache. Quindi, le misure preventive da adottare dopo il trattamento degli animali infetti dovrebbero prevedere di tenere i gatti in casa e di smaltire le loro feci nei 10 giorni post-trattamento per evitare la contaminazione ambientale e l'infezione di ospiti intermedi gasteropodi.

 

“Shedding of feline lungworm larvae and their infectivity to snail intermediate hosts after anthelmintic treatment” Cavalera MA, et al. Int J Parasitol. 2019 Mar 20. pii: S0020-7519(19)30047-5. doi: 10.1016/j.ijpara.2018.12.008. [Epub ahead of print]


Eleonora Malerba Med Vet PhD

Letto 96 volte

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.