Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 6457 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Lunedì, 20 Maggio 2019

Farmaco-resistenza di E.coli nelle vacche da latte con mastite

  • Indagine sull’affidabilità di terreni di agar MacConkey integrati con 8 mg/L di ceftiofur
Vota questo articolo
(0 Voti)

mastIl batterio Escherichia coli causa, in tutto il mondo, un numero significativo di casi di mastite clinica nei bovini da latte. La sensibilità antimicrobica di E. coli è importante per la salute umana e animale. Studi di sorveglianza hanno rilevato che l'efficacia della maggior parte degli antibiotici è sostanzialmente preservata, ma è stata segnalata la presenza di colonie di E. coli isolate da casi di mastite clinica che producono beta-lattamasi in grado di conferire una resistenza multi-farmaco.

Lo scopo di questo studio era quello di stabilire se un terreno di agar MacConkey integrato con 8 mg/L di ceftiofur (MC-CEF) possa essere uno strumento utile per identificare, tra le colonie di E. coli isolate dai casi di mastite bovina, quelle resistenti alle cefalosporine e quelle multiresistenti.

Sono state isolate 773 colonie di E. coli da campioni prelevati da 80 allevamenti da latte del Nord Italia. Sono state selezionate un totale di 105 di queste colonie, di cui 53 scelte in maniera randomizzata e assegnate al gruppo “random”, e le altre 52 selezionate sulla base della resistenza al ceftiofur valutata tramite diffusione su MC-CEF (gruppo “cef-resistente”). La concentrazione minima inibitoria (MIC, minimum inhibitory concentration) è stata utilizzata per testare la sensibilità antimicrobica fenotipica a 16 antibiotici.

I risultati MIC hanno confermato la resistenza al ceftiofur nel 73,1% (38/52) delle colonie del gruppo “cef-resistente”, mentre tutte le colonie del gruppo “random” erano sensibili al ceftiofur. Confrontando i valori di MIC di ciascuno degli antibiotici testati tra i due gruppi oggetto di studio, è emerso che le colonie batteriche resistenti al ceftiofur presentavano frequenze significativamente più elevate di resistenza ad antimicrobici diversi dal ceftiofur rispetto al gruppo “random”. La resistenza multi-farmaco era significativamente più frequente nel gruppo “resistente” (73,1%) rispetto al gruppo “random” (17%).

I risultati hanno mostrato che il terreno MC-CEF può essere un utile strumento per identificare colonie di E. coli resistenti alle cefalosporine e multi-farmaco resistenti nelle aziende lattiero-casearie, senza necessità di ricorrere alla MIC.

 

“Identification of Multidrug-Resistant Escherichia coli from Bovine Clinical Mastitis Using a Ceftiofur-Supplemented Medium” Locatelli C, et al. Foodborne Pathog Dis. 2019 May 17. doi: 10.1089/fpd.2018.2598. [Epub ahead of print]


Gaia Carotenuto Med Vet PhDstudent

Letto 248 volte

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.