Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 6454 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Lunedì, 27 Maggio 2019

Conseguenze istologiche dei fattori stressanti nel pollo

  • Il calore induce l’atrofia della borsa di Fabrizio e del timo con conseguenze sulla produttività del pollame
Vota questo articolo
(0 Voti)

pulciniGli autori di questo studio si sono posti come obiettivo quello di caratterizzare le conseguenze istologiche di due fattori stressanti (il calore e la coccidiosi) da soli o in combinazione sulla borsa di Fabrizio, il timo e la milza nei polli da carne.

Il disegno dello studio ha previsto il coinvolgimento di 480 pulcini maschi Cobb 500 di 14 giorni di età. Quelli sottoposti al calore come fattore stressante erano allevati a temperature di 35 °C invece che 25 °C; quelli con coccidiosi avevano una carica di oocisti sporulate miste di Eimeria acervulina e Eimeria maxima maggiore di 2,5 × 105. La gravità delle lesioni istologiche nella borsa di Fabrizio, nel timo e nella milza è stata valutata a diverse età.

A 21 e 28 giorni di età, i tessuti della borsa e del timo dei polli allevati a 35 °C hanno mostrato aumenti significativi nella gravità della deplezione linfoide rispetto a quelli allevati a 25 °C. Non sono state rilevate differenze significative nella gravità della deplezione linfoide nei polli infetti da Eimeria se confrontati con i polli non infetti.

Questi risultati indicano che, nei polli da carne, la continua esposizione a temperature che inducono lo stress da calore porta alla deplezione linfoide della borsa e del timo, che costituisce pertanto un potenziale marker istologico per i cambiamenti immunologici noti come conseguenza dello stress da calore. Si ritiene che l'atrofia della borsa e del timo contribuiscano ai cambiamenti immunologici che sono alla base degli effetti negativi che lo stress da calore esercita sulla produttività del pollame.

 

“Histologic Effects of Concurrent Heat Stress and Coccidial Infection on the Lymphoid Tissues of Broiler Chickens” Aguanta BN, et al. Avian Dis. 2018 Dec;62(4):345-350. doi: 10.1637/11907-052818-Reg.1.


Eleonora Malerba Med Vet PhD

Letto 42 volte

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.