Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 6454 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Venerdì, 07 Giugno 2019

Effetto della ciclosporina sull’espressione citochinica

  • La ciclosporina determina un calo dell’espressione citochinica entro 24 ore dall’inizio del trattamento
Vota questo articolo
(0 Voti)

dog pillsLa ciclosporina è un potente inibitore delle cellule T utilizzato nel trattamento delle malattie immunomediate e infiammatorie nella specie canina. Tuttavia, sono disponibili solo informazioni limitate su quale siano le modalità più idonee per monitorare al meglio i pazienti in terapia con ciclosporina. Attualmente sono disponibili saggi di farmacocinetica e farmacodinamica. Quelli farmacocinetici, che misurano la concentrazione ematica di ciclosporina, vengono impiegati per valutare se è stata raggiunta una concentrazione appropriata del farmaco; tuttavia, non è stato dimostrato che il raggiungimento di concentrazioni ematiche target del farmaco sia correlato in maniera affidabile con la soppressione della funzione delle cellule T nel cane. Nei pazienti trapiantati umani, il monitoraggio dell’efficacia terapeutica include, infatti, anche la valutazione della farmacodinamica della molecola.

Questo è uno studio di validazione di un saggio real time quantitative polymerase chain reaction (RT-qPCR) per valutare gli effetti farmacodinamici della ciclosporina nel cane.

Lo studio prevedeva la misurazione, tramite RT-qPCR, dell’espressione dell’IL-2 e dell’IFN- γ attivati dalle cellule T per 7 giorni consecutivi in 8 cani sani di razza Walker hound ai quali era stata somministrata ciclosporina per via orale alla dose di 10 mg/kg ogni 12 ore.

La produzione di citochine è risultata marcatamente diminuita entro 24 ore dall’inizio del trattamento con ciclosporina ed è rimasta significativamente ridotta per tutta la durata del progetto.

Questi risultati dimostrano che la ciclosporina causa un rapido calo della produzione di citochine indotta dalle cellule T e che questo effetto è persistente in corso di trattamento continuativo.

Sebbene questo studio sia stato condotto su cani sani, dimostra una marcata inibizione dell’espressione citochinica entro 24 ore dalla somministrazione della ciclosporina, suggerendo che il monitoraggio farmacodinamico degli effetti della ciclosporina sulle cellule T potrebbe essere preso in considerazione entro alcuni giorni dall'inizio della terapia nei cani affetti da patologie immunomediate.

 

“Alterations in activated T-cell cytokine expression in healthy dogs over the initial 7 days of twice daily dosing with oral cyclosporine” Riggs C, et al. J Vet Pharmacol Ther. 2019 Apr 1. doi: 10.1111/jvp.12762. [Epub ahead of print]


Gaia Carotenuto Med Vet PhDstudent

Letto 357 volte

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.